Blitz delle Iene, domenica mattina, a Valperga. La troupe della popolare trasmissione Mediaset si è occupata del caso della famiglia Minuto. Padre, madre e due figli rimasti senza casa dopo il crollo del campanile della chiesa sconsacrata di Sant'Antonio Abate, in via Martiri della Libertà. Crollo avvenuto la notte del 9 ottobre 2015 a causa di un fulmine. Da allora la famigliola è rimasta senza abitazione. Ci sarà anche un processo perchè la curia di Torini, fin qui, non ha riconosciuto i danni alla famiglia di Valperga.

Per questo motivo domenica la troupe ha fatto visita alla parrocchia durante la Santa Messa delle 11. Solo che il parroco di allora già da tempo non è più in servizio in Canavese e domenica mattina, per giunta, c'era solo il viceparroco di Cuorgnè, don Bartolo. Non c'è stato quindi modo di chiedere lumi alla locale amministrazione della parrocchia e, anzi, molti fedeli hanno tentato di allontanare la troupe televisiva dalla chiesa.

In merito al crollo, le perizie tecniche hanno accertato danni superiori ai 100 mila euro: la torre campanaria, infatti, nel corso di un forte temporale che colpì un'ampia zona dell'alto Canavese, crollò in gran parte proprio sul tetto dell'abitazione. Dalla curia torinese, però, nessun risarcimento. La battaglia di Aldo Minuto, 34 anni, della moglie Federica Pilotto, 30, e dei due figlioletti è appena all'inizio. Il servizio realizzato dalle Iene sul campanile crollato andrà in onda in una delle prossime puntate della trasmissione.

Galleria fotografica

Articoli correlati