Si sono concluse intorno alle quattro di oggi le operazioni di recupero di un pastore precipitato in un dirupo presso l'Alpe Arietta, a quota 2335 metri, nel vallone dell'Azaria. Purtroppo per l'anziano pastore classe 1935, la caduta è stata fatale.
 
Le operazioni di soccorso partite nel tardo pomeriggio di ieri hanno richiesto l'intervento di due squadre del soccorso alpino della stazione di Valprato Soana con il supporto di alcune guardie del Parco nazionale del Gran Paradiso. Nella serata anche una squadra dalla stazione d'Ivrea ha raggiunto la zona per facilitare le operazioni di recupero.
 
Viste le condizioni meteo particolarmente avverse con nebbia in quota e forti piogge, non è stato possibile inviare sul posto l'elisoccorso, quindi solo i tecnici a terra hanno potuto raggiungere il luogo dell'incidente, in una zona particolarmente impervia cosi da poter recuperare e trasportare la salma fino a Campiglia. Sulla dinamica dell'accaduto sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri di Ronco Canavese.
 
La vittima si chiamava Giacomino Peraglie ed era residente a Rueglio, in Valchiusella.
 
Foto dei soccorsi tratte dal profilo Facebook della dodicesima delegazione canavesana del soccorso alpino.

Galleria fotografica

Articoli correlati