Ruba in un'auto al cimitero poi scappa. I carabinieri lo hanno arrestato ed è possibile che sia l'autore di altri furti simili nei cimiteri di mezzo Canavese. L'altra mattina a Villanova Canavese, i carabinieri della stazione di Bobbio (provincia di Piacenza) in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Piacenza hanno arrestato per rapina impropria L.S., 28enne, pluripregiudicato, di Villanova.

Il giovane, che si può considerare un “professionista dei furti” avendo alle spalle numerosissimi precedenti per furto, ricettazione, utilizzo indebito di carte di credito, resistenza - violenza a pubblico ufficiale e guida senza patente, la mattina del 10 marzo scorso girovagava a Bobbio a bordo della sua Fiat Panda e fermatosi nel parcheggio del cimitero comunale, con il volto parzialmente coperto da un maglioncino a collo alto, aveva appena rubato dall’autovettura di una 66enne residente a Bobbio la borsa, alcuni effetti personali ed una piccola somma di denaro.

Purtroppo per lui era stato sorpreso dalla proprietaria, che uscita dal cimitero dove aveva fatto visita ai parenti defunti, subito si avvicinava al malvivente. Questi per garantirsi la fuga, spintonava violentemente la signora e scappava a bordo della sua auto. La 66enne realizzato subito quanto accaduto chiamava in suo soccorso il figlio che contattava i carabinieri di Bobbio. Avviati immediatamente gli opportuni accertamenti del caso, i carabinieri riuscivano a risalire alla targa dell’auto in uso al 28enne pluripregiudicato.

Risultava inserita già da tempo nella “black list targhe sospette” quale mezzo utilizzato per la commissione di reati prevalentemente contro il patrimonio. Quindi dopo aver informato l’Autorità Giudiziaria i militari della Stazione di Bobbio hanno rintracciato il malvivente in Canavese e lo hanno arrestato e portato in carcere a Torino.

Galleria fotografica

Articoli correlati