Presso il Tribunale di Ivrea è terminato il processo per l’infortunio sul lavoro di un'addetta alle pulizie che era caduta da una finestra mentre era in procinto di lavare i vetri, il 12 novembre 2015 a Volpiano. 
 
Concluso con una condanna e un’assoluzione dopo che erano stati rinviati a giudizio il titolare della donna, Giuseppe C., di 61 anni, e il gestore dell’azienda in cui è avvenuto l’incidente, Oscar V. di 58, rappresentati rispettivamente dagli avvocati Roberto Capra e Manuel Peretti. Per entrambi l’accusa era medesima: lesioni colpose per il mancato rispetto delle prescrizioni sulla sicurezza sul lavoro. 
 
L’esito del processo si è rivelato differente per i due accusati dato che il giudice  Elena Stroppini ha condannato il titolare a due mesi di reclusione, al pagamento delle spese processuali e al risarcimento dei danni patiti dalla dipendente che verrà quantificato in sede civile; mentre ha assolto dall’accusa il gestore dell'azienda dove è avvenuto l'incidente. Le motivazioni della sentenza verranno depositate entro 40 giorni. (F.i.)
 

 

Galleria fotografica

Articoli correlati