VOLPIANO - Proseguono le operazioni di spegnimento dell'incendio divampato questa mattina all'esterno dei capannoni dell'Amiat Tbd di Volpiano (link sotto). I vigili del fuoco stanno raffreddando e dividendo il materiale interessato dalle fiamme. L'Arpa Piemonte sta analizzando l'aria: in questa situazione i fumi tendono a rimanere a livelli più bassi interessando l'area industriale di Volpiano. I livelli di COV (Composti Organici Volatili) misurati con strumentazione portatile nell'immediato esterno dell'impianto sono di circa 300 ppb (parti per bilione), circa il doppio rispetto ai livelli di fondo della zona. L'impianto era stato interessato da un incendio anche a novembre 2020.

Non risultano abitazioni nelle vicinanze. L'incendio sta interessando materiali contenenti plastiche e materiali elettrici ed elettronici. Arpa Piemonte è sul posto per i rilevamenti con strumentazione portatile e si stanno verificando i dati delle centraline della rete fissa per le eventuali ricadute nei centri abitati. I fumi stanno salendo sui 300-500 mt sopra il livello del suolo e sono trasportati verso sud. Sono visibili anche a chilometri di distanza. A bassa quota in prossimità dell'incendio non ci sono al momento dispersioni di inquinanti.

Si sta verificando l'eventuale alterazione dei parametri misurati con la rete dell'aria di Torino. Al momento non si presentano anomalie rispetto al periodo. Il personale tecnico dell'Arpa oltre all'uso della strumentazione portatile per le misure immediate sta posizionando anche la strumentazione per la misurazione di microinquinanti e diossine. L'Agenzia seguirà la situazione aggiornando la notizia fino a completo spegnimento dell'incendio.

Galleria fotografica

Articoli correlati