Una morte "sospetta" all'ospedale di Chivasso ha convinto la procura di Ivrea ad aprire un fascicolo per omicidio colposo al momento a carico di ignoti. Lo ha aperto il sostituto procuratore Elena Parato per fare luce sul decesso di Maria Magurno, 80 anni, residente a Volpiano. Decesso avvenuto giovedì scorso all’ospedale di Chivasso dove la donna era stata ricoverata qualche ora prima.

Secondo il referto medico la donna è morta per una grave insufficienza respiratoria ma, nelle ore di degenza in ospedale, medici e infermieri si sono accorti di una serie di ematomi nella parte superiore del corpo dell’anziana, in particolare sul petto e sulla schiena. Su incarico della procura di Ivrea è stata eseguita l'autopsia. Gli esiti saranno determinanti per capire se il decesso della donna può essere stato provocato, anche solo in parte, dalle cause di quegli ematomi. La donna viveva a Volpiano insieme al fratello maggiore.

Da alcuni giorni era stata sottoposta ad una cura di farmaci per un'influenza che non voleva proprio passare. La situazione, però, è precipitata giovedi. Il medico curante ne ha subito disposto il trasferimento in ospedale dove, però, la donna è comunque morta. Quando sono emersi gli ematomi i medici hanno chiesto l'intervento dei carabinieri della compagnia di Chivasso.

Galleria fotografica

Articoli correlati