Visita al Comune gemellato di Castries, in Francia, per una delegazione volpianese che ha partecipato alla tradizionale «Fête votive», la festa patronale.Si tratta di una manifestazione che per certi versi ricorda quella più famosa di Pamplona: infatti anche nel paese occitano si svolge l’evento dell’encierro, quando un toro viene liberato nella piazza principale, che viene chiusa da barricate per permettere alla folla di assistere in sicurezza allo spettacolo, mentre giovani ardimentosi inseguono l’animale a per dimostrare il loro coraggio. Assieme all’encierro la patronale comprende anche le corse dei tori nell’arena e la sfida tra i raseteurs per strappare le coccarde legate alle corna dei tori. Accanto a queste sfide tradizionali, la «Fête votive» ha visto anche serate dedicate alla musica con vari concerti dal vivo. Tra le band che si sono alternate sul palco, anche i Larsen effect, vincitori della Rock cover parade 2018 di Volpiano. Anche loro sono giunti a Castries insieme alla delegazione del gemellaggio. «Il gemellaggio tra i nostri Comuni si basa sulla bella amicizia che si è consolidata negli anni, con vari momenti di incontro – spiega il sindaco Emanuele De Zuanne – Proprio in questi giorni un gruppo di Castries è in Piemonte per un trekking sulle nostre montagne insieme ad alcuni volpianesi. Nel 2020 taglieremo il traguardo dei dieci anni di gemellaggio ed è nostra intenzione aggiungere questo appuntamento nel migliore dei modi. Il gruppo volpianese ha soggiornato a Castries dal 2 al 4 agosto, quando, prima della partenza, ha potuto assistere alla messa e alla benedizione dei cavalli.

Visita al Comune gemellato di Castries, in Francia, per una delegazione volpianese che ha partecipato alla tradizionale «Fête votive», la festa patronale.Si tratta di una manifestazione che per certi versi ricorda quella più famosa di Pamplona: infatti anche nel paese occitano si svolge l’evento dell’encierro, quando un toro viene liberato nella piazza principale, che viene chiusa da barricate per permettere alla folla di assistere in sicurezza allo spettacolo, mentre giovani ardimentosi inseguono l’animale a loro rischio e pericolo per dimostrare il proprio coraggio. Assieme all’encierro la patronale comprende anche le corse dei tori nell’arena e la sfida tra i raseteurs per strappare le coccarde legate alle corna dei tori. Accanto a queste sfide tradizionali, la «Fête votive» ha visto anche serate dedicate alla musica con vari concerti dal vivo. Tra le band che si sono alternate sul palco, anche i Larsen effect, vincitori della Rock cover parade 2018 di Volpiano. Anche loro sono giunti a Castries insieme alla delegazione del gemellaggio. «Il gemellaggio tra i nostri Comuni si basa sulla bella amicizia che si è consolidata negli anni, con vari momenti di incontro – spiega il sindaco Emanuele De Zuanne – Proprio in questi giorni un gruppo di Castries è in Piemonte per un trekking sulle nostre montagne insieme ad alcuni volpianesi. Nel 2020 taglieremo il traguardo dei dieci anni di gemellaggio ed è nostra intenzione aggiungere questo appuntamento nel migliore dei modi. Il gruppo volpianese ha soggiornato a Castries dal 2 al 4 agosto, quando, prima della partenza, ha potuto assistere alla messa e alla benedizione dei cavalli.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati