AGLIE' - Il prestigioso Castello Ducale di Agliè ha ospitato, nel pomeriggio di sabato 11 giugno, l’edizione 2022 del Simposio Culturale e del Concorso dedicato a Costantino Nigra, organizzato dall’Associazione Culturale creata appositamente per ricordare la figura dell’illustre canavesano.

Le iniziative culturali dell’Associazione Costantino Nigra erano state brutalmente interrotte per causa di forze maggiori, ovvero l’emergenza sanitaria. Quest’anno però, in vista del termine della stessa, il Presidente Avv. Francesco Macocco ha deciso di riprendere tali attività culturali, conducendo in prima persona la manifestazione dedicata al canavesano Costantino Nigra, presentata unitamente a Cristina Pedron. All’evento hanno inoltre presenziato i sindaci dei Comuni di Agliè, Castelnuovo Nigra e Castellamonte. La scelta della location è stata ponderata con attenzione, in quanto strettamente collegata ai contenuti dell’evento: la sua storia e i contenuti culturali hanno permesso di trascorrere una giornata all’insegna della grande storia d'Italia e di momenti di cultura di estremo rilievo per i territori nostrani. 

L’evento ha visto la premiazione dei vincitori del Premio Nigra 2022, che quest’anno ha accolto la partecipazione di numerosi appassionati di storia con interessanti ricerche, anche in video, sui temi del bando. La prestigiosa giuria, guidata dall’Avv. Mauro Caliendo, Presidente del Museo del Risorgimento di Torino, è stata composta da Massimo Spinetti (Ambasciatore d’Italia presso la sede di Vienna), dai professori dell’ateneo torinese Edoardo Greppi e Donatella Balani, dal Dottor Marco Fasano (Direttore della Fondazione Cavour di Santena), dall’Olimpionico Livio Berruti e dall’Ing. Roberto Favero, Presidente onorario dell’Associazione.
 
Il Premio di Storia del Risorgimento ha visto come 1° classificato Mattia Serra, premiato dal Sindaco di Agliè Marco Succio, con il lavoro “Considerazioni sull’ambasceria di Nigra a Londra (1883-1885)”; il Premio “Rapporti Cavour Nigra” ha riconosciuto come 1° classificato Andrea Cassarino, premiato dal Sindaco di Castelnuovo Nigra Enrica Domenica Caretto, con il lavoro “L’avvio della costruzione dell’Italia, nel Carteggio Cavour-Nigra”; e per concludere, il Premio riservato ai Licei del Canavese, intitolato alla memoria del compianto Alfredo Morletto (primo presidente dell’Associazione Nigra), è stato assegnato alla Classe 4a del Liceo Antonio Gramsci di Ivrea, con il lavoro: “Costantino Nigra: un canavesano internazionale”. I cinque studenti vincitori Enrico Barbieri, Luca Formia, Giovanni Martinetto, Marta Naj Fovino ed Elisa Ilva Olivier (coordinati dalla Prof.ssa Mirella Dondoglio, sotto la guida del dirigente Marco Bollettino) sono stati premiati dal sindaco di Castellamonte Pasquale Mazza. 

Un altro emozionante filmato dal titolo “Vittoriosa sconfitta”, dedicato sempre allo stimato Costantino Nigra, è stato presentato dallo storico Gianni Oliva e recitato dall’attore Mario Brusa. Al termine della manifestazione l’Avv. Macocco ha presentato il suo recentissimo libro “L’ultima imperatrice dei francesi e il bel diplomatico italiano”, in cui sono pubblicate e contestualizzate inedite corrispondenze pervenute a Costantino dall’imperatrice Eugenia e da suoi collaboratori, credute disperse con le sue memorie. 
 
In chiusura l’Associazione, che dispone ora di un Centro Studi omonimo nella sede rinnovata presso la Biblioteca Civica di Castellamonte, ha conferito all’ambasciatore Massimo Spinetti la targa di socio onorario.

Galleria fotografica

Articoli correlati