INGRIA - Ha preso il via da piazza Castello a Torino, di fronte al Palazzo della Regione Piemonte, il tour nazionale di RinascITALIA, iniziativa straordinaria lanciata da Asproflor Comuni Fioriti per il 2022. Il progetto - che è accompagnato dal significativo slogan «Facciamo fiorire la speranza» - prevede la presenza di un camper che, percorrendo oltre novemila chilometri lungo il litorale italiano, farà visita a 645 Amministrazioni civiche per motivarle ad aderire alla filosofia della certificazione di «Comune Fiorito».

Dal Piemonte il mezzo di Asproflor raggiungerà Muggia, in Friuli Venezia Giulia, all’estremo confine orientale della penisola. Da lì scenderà per tutta la costa adriatica fino a visitare la Sicilia; risalirà poi l’intero versante tirrenico, fino a Ventimiglia, in Liguria; ultima tappa sarà la Sardegna. In ogni Comune attraversato è previsto un incontro con l’Amministrazione comunale per discutere di ambiente, fioriture e turismo sostenibile; quando possibile, verranno organizzati anche momenti di presentazione alla popolazione; a conclusione della visita regionale si terrà un meeting con i sindaci dei comuni visitati al quale verranno invitate anche città e paesi delle aree limitrofe. 

Con Andrea Cane al Palazzo della Regione Piemonte, per la partenza del tour nazionale, era presente anche Igor De Santis, sindaco del Comune di Ingria candidato per l'Italia al «Communities in Bloom» il concorso mondiale di fioriture che fra qualche mese terminerà la sua finale in Canada. «Comuni Fioriti non è solo una vetrina per turisti - commenta il sindaco del piccolo comune della Val Soana - ma è, innanzitutto, un'occasione per fare comunità, per sostenere l’orgoglio cittadino, la responsabilità ambientale coinvolgendo le persone che abitano i nostri Comuni e le nostre Montagne. E cosa c’è di meglio dopo tante restrizioni, poca possibilità di socialità, abbellire un balcone e un giardino di una casa privata o una piazza che fanno parte del panorama che ci fa da cornice ogni giorno?».

«Dal Canavese e da Ingria in particolare - concludono Cane e De Santis - conosciamo bene quanto questa idea di fioritura e turismo sostenibile possa cambiare la faccia di un ente locale, siamo consci per nostra esperienza personale quanto Asproflor da decenni sia ormai in grado di trasformare i Comuni proponendo una filosofia di vita capace di evolverli in luoghi più turistici ed accoglienti. Una riqualificazione dell'ambiente che ancora una volta siamo orgogliosi che parta dalle nostre terre piemontesi per essere d'esempio a tutte le Regioni del nostro Paese».

Galleria fotografica

Articoli correlati