IVREA - Chi meglio di Gino Pistoni può rappresentare lo spirito di cristianità e di sacrificio per il prossimo? Studioso, uomo di chiesa e attivo nella formazione dei giovani soprattutto durante la seconda guerra mondiale, Gino riuscì a portare avanti i suoi ideali e a praticare la sua fede persino sul campo di battaglia. Dopo aver studiato dai Salesiani di Cuorgné e aver concluso gli studi al Collegio San Giuseppe di Torino, entrò a far parte dell'Azione Cattolica di Ivrea, e successivamente prese parte anche ad un movimento partigiano, con l'obiettivo di portare avanti la Resistenza agli invasori tedeschi. Morì in battaglia, mentre i suoi compagni fuggivano, nell'intento di soccorrere un soldato tedesco ferito, offrendo la sua vita per "l'Azione Cattolica e per l'Italia".

Domenica 25 luglio 2021 alle ore 12, in occasione del 77° anniversario del suo sacrificio, gli Amici di Gino Pistoni e l'Azione Cattolica diocesana organizzano un pranzo convivale alla Casa Alpina "G. Pistoni" di Gressoney St. Jean, seguito da un incontro di riflessione sul tema: "Quando offrire è morire", con Mons. Arrigo Miglio, Arcivescovo Emerito della Diocesi di Cagliari, e Don Piero Agrano, Assistente diocesano dell’Azione Cattolica di Ivrea.

Alle ore 15,30 al cippo di Gino Pistoni, a Tour D’Herreraz, Monsignor Miglio presiederà la Santa Messa, alla quale seguiranno brevi testimonianze.

Galleria fotografica

Articoli correlati