Galleria fotografica

IVREA - Undici ragazzi canavesani (su un totale di quasi 1700 studenti italiani) hanno vinto il concorso di Intercultura per partire quest’estate verso uno dei 60 paesi che collaborano con l’associazione e propongono dei programmi studio. In particolare i giovani studenti voleranno verso Polonia, Cile, Panama, Ghana, Costarica, Canada francofono ed anglofono, Cina, Irlanda e Giappone.

I ragazzi in questione sono: Eleonora Abbruzzese, Isabel Bersani, Jacopo Bordet, Leonardo Bove, Giulia Peddio, Francesco Rizza, Greta Rebecca Iperigne, Donato Cannistracci, Ludovica Bedello, Alex Arena e Chiara Lovisolo. Quattro di loro frequentano il liceo scientifico “A. Gramsci”, due il liceo classico-linguistico “Botta” e uno l’istituto “Cena”; ma non sono solo le scuole di Ivrea a partecipare all’iniziativa: gli altri ragazzi studiano nei licei di Rivarolo (Aldo Moro), di Caluso (Martinetti) e di Chivasso (Newton).

“Siamo felici ed orgogliosi dei nostri ragazzi – dichiara Gloria De Filippi, presidente del Centro locale di Ivrea e C.se ”. “Stiamo vivendo un periodo molto difficile dovuto a eventi esterni - la guerra in Ucraina, quella in Medio Oriente, la crisi economica - che hanno modificato le nostre abitudini e anche la voglia di aprirsi al mondo. Proprio per questo motivo noi di Intercultura percepiamo ancor di più come essenziale il nostro intervento nel farci promotori di una cultura della pace, stimolando il dialogo e la comprensione tra i popoli in una cornice di rispetto e inclusione delle diversità e di partecipazione attiva dei giovani alla costruzione di un mondo migliore. Grazie agli scambi scolastici internazionali a cui aderiscono questi nostri ragazzi, possiamo dare un contributo concreto all’educazione alla pace e alla cittadinanza globale, soprattutto delle giovani generazioni. Per il centro locale è la prima volta che qualcuno vince un programma annuale in Ghana, siamo curiosi di farci poi raccontare, da chi vivrà in questo paese, la sua esperienza.”

Più della metà dei ragazzi canavesani partiranno grazie alle borse di studio messe a disposizione da Intercultura, Fondazione CRT, Fondazione Compagnia di San Paolo, A2A Gencogas S.p.A. e Gruppo Edison Impianti. Quest’anno si è usufruito anche di due borse di studio locali, una offerta da Ergotech Srl e l’altra dai volontari del Centro locale Intercultura di Ivrea per il suo cinquantesimo compleanno.