OGLIANICO - Il Ciad ha chiamato e One World ha risposto, contribuendo a fornire l'attrezzatura per l’acqua potabile e il materiale scolastico, necessari alla realizzazione del progetto delle suore di San Giuseppe. Come da tradizione, anche in questo inizio di 2023 la Onlus oglianicese si conferma campione di solidarietà. 

«Il Ciad è il terzo paese più povero al mondo, con gravi problemi di desertificazione e dove il 43% dei bambini sotto i 5 anni soffre di malnutrizione – spiegano da One World Onlus, associazione di Oglianico, sulla pagina Facebook - A fine novembre siamo stati contattati per metterci a conoscenza della necessità di acquistare materiale scolastico e una cisterna per l’acqua per le scuole attive in questa missione. Tutti i bambini provengono da famiglie povere che vivono di pastorizia e piccola agricoltura e fin da subito sono impegnati nell’aiuto ai genitori nei campi o con gli animali. A Laramanaye le Suore di San Giuseppe, fra le altre cose, gestiscono 10 scuole dell’infanzia per bambini poveri fra i 3 e i 6 anni provenienti da 44 villaggi sparsi nei dintorni della missione. Di queste 10 scuole solo due (fra cui quella principale che sorge dentro la missione) sono in muratura e con un tetto in lamiera: tutte le altre sono di paglia e fango».

Grazie all’aiuto di One World è stato possibile: «acquistare il materiale didattico da utilizzare nelle 10 scuole (libri, album per colorare, libri di canto, giochi educativi), uno scaffale da sistemare nella scuola di Laramanaye per riporre il materiale didattico non utilizzato settimanalmente nelle altre scuole - dove, essendo realizzate in fango e paglia,  non hanno un luogo sicuro per riporre le cose, una cisterna per acqua - sempre collocata nella scuola principale - per raccogliere l’acqua pulita da mettere a disposizione dei bambini e degli insegnanti per dissetarsi, lavarsi, cucinare e fare le pulizie». L’acqua in Ciad è fondamentale: quella pulita deve essere alla portata dei bambini per evitare che vadano a cercarla altrove con il rischio di bere acqua non pulita con gravi conseguenze sanitarie.

«La pronta risposta è stata possibile grazie alla generosità di tutti voi donatori e sostenitori di One World – concludono dal sodalizio oglianicese - Senza di voi non potremmo fare nulla. Grazie a tutti a nome dei bambini di Laramanaye e un buon 2023 con tanta gioia e pace!».

Galleria fotografica

Articoli correlati