ROMANO CANAVESE - Nella serata di domenica 31 luglio, presso la maestosa chiesa dei Santi Pietro e Solutore di piazza Ruggia, a Romano Canavese, sono state consegnate le borse di studio del Corso Internazionale di Musica Antica proposto, come ogni anno, dall’Accademia del Ricercare nell’ambito della rassegna musicale Antiqua. Dopo aver ringraziato il Comune, tutte le associazioni del paese, il parroco e i tanti cittadini che hanno contribuito all’accoglienza dei 75 allievi giunti da tutta Europa, la presidente dell’Accademia del Ricercare, Claudia Ferrero, affiancata dal direttore artistico Pietro Busca, dal direttore artistico del Corso Manuel Staropoli e dai docenti, ha rivelato i nomi dei giovani talenti premiati dall’edizione 2022. 

Le offerte raccolte nel corso del concerti di quest’anno, hanno permesso di avere a disposizione 1200 euro, che sono poi stati divisi in borse di studio. I premi, smistati per categorie, sono stati assegnati ex aequo. Il premio più ambito, la possibilità di realizzare un concerto con le stesse modalità e il trattamento economico di un musicista professionista, è andato a: Marianna Purina (violino), proveniente dalla Lettonia, Nelu Vandersandt (flauto dolce) proveniente dal Sud Africa, e alle italiane Noela Ontani (flauto traversiere) e Chiara Pontoriero (canto). Le borse di studio «di incoraggiamento» sono state assegnate a:  Sara Poggi (violino) Chiara Piras (violino), Irene Rizzi (viola), Danyel Mafrica (flauto dolce), Enrico Sansone (flauto dolce) e Gaia Masiero (oboe).

Per «valore, merito e impegno» sono stati premiati: Edoardo Deambrogio (clavicembalo), Ilaria Sacchi (violone), Samuele Lovato (liuto) e Filippo Borca (violoncello). Il 5 agosto, alle 21.15, presso all’Oratorio di San Giovanni Battista di Riva Ligure (Provincia di Imperia), in Via Nino Bixio, 59, l’Accademia del Ricercare, nell’ambito del cartellone di appuntamenti del 2022 della stagione concertistica «Antiqua»,  grazie alla collaborazione con il Comune, proporrà il concerto dal titolo: «Sancta Harmonia». I concerti di Antiqua ripartiranno poi il 4 settembre dalla chiesa di Santa Maria Maddalena di Casalborgone, in piazza San Martino 4,  con il concerto de «Il Soffio di Orfeo» dal titolo «Squilli e fanfare tra il Rinascimento e il Barocco».

Galleria fotografica

Articoli correlati