Perché accontentarsi di fermare la propria roulotte davanti al mare o ad un lago? Era solo un’innocente domanda che Aylin, la figlia del fondatore della “Schneider Caravaning” di Heidelberg, in Germania, ha fatto scattare in suo padre un’idea su cui lavorare. Perché non immaginare un mezzo da vacanza ibrido, che sia in grado di viaggiare sulla terraferma ma anche di scendere in acqua?

Qualche tempo necessario per calcoli e test su forme e materiali, hanno dato come risultato finale “Caracat”, la prima roulotte catamarano nella lunga storia del camping. Una trasformazione resa possibile dalla presenza di scafi estraibili che permettono di passare da una configurazione all’altra nel giro di 15 minuti.

Realizzata in plastica rinforzata con fibra di vetro e vetroresina, Caracat è disponibile in tre diverse versioni, per ospitare da 4 a 6 persone: la “66”, lunga 6,6 metri, la “76”, che sale a 7,6 metri, e la “86”, la più lunga delle tre, pari a 8,6 metri, con scelta fra motore elettrico o a benzina.

Già che c’erano, alla Schneider Caravaning si sono sbizzarriti a immaginare gli interni, curatissimi in ogni dettaglio e rifinitura, con zona notte, living, bagno con doccia e toilette ecologica che trasforma i rifiuti in cenere e vapore, e per finire una cucina completa dotata di frigorifero, piano cottura, microonde e perfino un refrigeratore per il vino, a cui aggiungere ancora un televisore a schermo piatto a scomparsa, un sistema audio Bluetooth e l’impianto di aria condizionata. Il tutto alimentato da batterie che si ricaricano grazie al pannello fotovoltaico sul tetto.

A crescere sono anche le dotazioni delle tre versioni, che a livello full-optional aggiungono un rooftop/solarium panoramico sul tetto con pavimento in teak. Va da sé che ad aumentare siano anche i prezzi, che partono da 130mila euro per la versione entry level.

Caracat, secondo le specifiche fornite dall’azienda, può essere utilizzata lungo fiumi e canali, ma anche in mare, con l’accortezza di non allontanarsi mai troppo dalla costa. In compenso, non è necessaria la patente nautica.

Galleria fotografica

Articoli correlati