La caccia all’introvabile mascherina è uno dei misteri di questo periodo che ricorderemo di più: malgrado si legga di carichi che sbarcano quotidianamente negli aeroporti, ovunque in Europa non se ne trova una neanche per sbaglio. Che poi, da ignoranti in materia, abbiamo anche scoperto che non basta dire mascherina per pensare di essere al sicuro: in commercio ne esistono centinaia di migliaia di tipi, ma quelle realmente utili sono poche, e ovviamente roba talmente preziosa da finire nei testamenti, subito dopo gioielli ed immobili.

Eppure, chi pensa di aver messo da parte una cultura enciclopedica sulla mascherina, pronto a smazzarne pregi e difetti come fossero bottiglie di vino d’annata, deve aggiungere all’elenco l’idea di due fratelli, Isaac ed Elias Honor, che insieme al loro amico Jack Graham hanno ideato, realizzato e messo in vendita l’inedita AusAir.

I tre, nativi della contea di Sutherland, in Australia, sono cresciuti in mezzo alla natura incontaminata e quando la vita li ha portati a viaggiare in giro per il mondo, si sono resi conto che l’aria incontaminata, i profumi della flora, quelli delle spiagge australiane e soprattutto un odore sottile che invade quella zona dell’Australia, erano sensazioni sconosciute a chi era nato da altre parti ed era abituato al fastidioso odore dell’inquinamento.

I tre approfondiscono gli studi, scoprendo che alcuni tipi di alberi nativi del continente australe contengono olii essenziali che si diffondono nell’aria dei boschi. Una scoperta che si è trasformata in un’idea curiosa, diventata di enorme attualità proprio in tempi di coronavirus. Dopo mesi di progettazione e ideazione, i tre sono riusciti a creare una mascherina per il viso che oltre a filtrare in modo efficace le impurità dell’aria, è anche in grado di regalare a chi la indossa il piacere profondo dei profumi della natura australiana.

La AusAir, recita la scheda, protegge dal 97% di virus, batteri, fumo e polveri sottili, ed è dotata di valvole in acciaio inossidabile, ma il cuore sono i filtri che resistono 4 settimane prima di essere sostituiti scegliendo fra 4 profumazioni diverse: Costal Tea Tree, Tasmanian Lavender, Sydney Eucalyptus e Black Woolf Filter. La mascherina, disponibile in diverse misure e lavabile, è in vendita a circa 30 euro e finora è stata prenotata da circa 20mila persone in tutto il mondo. Arriverà non prima del prossimo giugno, quando si spera che le mascherine non serviranno più, ma i profumi della natura sì, eccome.

Galleria fotografica

Articoli correlati