Classe 1962, paleontologo, naturalista, divulgatore scientifico, scrittore e figlio del compianto Piero, ideatore di “Superquark”, una delle poche trasmissioni televisive capaci di divulgare la scienza, Alberto Angela sarà a Torino lunedì 12 dicembre alle ore 18:30 presso la Centrale di Nuvola Lavazza (via Via Ancona, 11/A), per presentare “Nerone.  La rinascita di Roma e il tramonto di un imperatore", il suo nuovo libro, in uscita per Harper Collins – Rai Libri.

Primo ospite di “Aspettando il Salone”, il percorso di avvicinamento all’appuntamento primaverile con il Salone Internazionale del Libro di Torino, che durante il corso dell’anno fa incontrare autori con la comunità dei lettori, per dialogare e confrontarsi sui tanti temi di discussione che solo i libri sono in grado di suscitare.

Il nuovo lavoro di Alberto Angela è un racconto storico avvincente e meticoloso, un’indagine che offre una chiave di lettura inedita su Nerone, il suo impero e il suo tramonto, su ciò che ha lasciato in eredità e sulla rinascita di Roma.

Il giorno successivo al Grande incendio, Roma offre uno spettacolo di desolazione e distruzione. Tutto è irriconoscibile: gli edifici collassati sono grandi ammassi di macerie, le strade e i vicoli sono diventati avvallamenti, mentre nell’aria aleggia l’odore di bruciato. Molti hanno perso tutto ciò che avevano e i campi per gli sfollati diventano l’unico rifugio possibile. Tutti guardano all’imperatore per ripartire, ma lui non è né un conquistatore di terre come Cesare, né un costruttore di imperi come Augusto. Dalle ceneri di Roma, Nerone emergerà come il Joker della Storia. Intrecciando fonti storiche, dati archeologici e studi moderni, Alberto Angela ne ricostruisce la vita e indaga gli aspetti umani, fatti di debolezze, passioni e follie. Quella che emerge è la figura di un artista poliedrico (cantante, musicista, poeta e attore), un auriga, amante appassionato e raffinato collezionista d’arte. Ma al contempo un abile negoziatore, un cinico assassino e un feroce repressore, come dimostra la persecuzione dei cristiani incolpati di aver causato proprio il Grande incendio, il fil rouge della Trilogia di Nerone.

Il racconto permette di capire come un momento del passato abbia plasmato il nostro mondo attuale. Se quella notte del 18 luglio del 64 d.C. non fosse caduta una lucerna accesa in un magazzino sotto le arcate del Circo Massimo, cosa ci sarebbe scritto oggi sui libri di storia? Senza la conseguente crocifissione di san Pietro, quale sarebbe stato il percorso del Cristianesimo? Nella Roma odierna ci sarebbero il Colosseo e tutti i meravigliosi monumenti che ancora oggi impreziosiscono la capitale?

Terzo volume della trilogia, il nuovo “Nerone” arriva in libreria dopo i precedenti volumi dedicati a uno dei più controversi protagonisti della storia romana: “L'ultimo giorno di Roma. Viaggio nella città di Nerone poco prima del grande incendio” (2020) e “L’inferno su Roma. Il grande incendio che distrusse la città di Nerone” 2021, sempre editi da HarperCollins – Rai Libri. Il libro è impreziosito da un’inedita illustrazione realizzata da Milo Manara, che ha voluto rappresentare Nerone seguendo le parole di Alberto Angela.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma digitale del Salone del Libro SalTo+ https://saltopiu.salonelibro.it. Info: comunicazione@salonelibro.it.

Galleria fotografica

Articoli correlati