Sono tempi duri per tutti, anche per le teste coronate. The Sun, uno dei più conosciuti tabloid inglesi particolarmente avvezzo al gossip, ha appena svelato che nei corridoi di Buckingham Palace i campanelli di allarme si sono messi a suonare con insistenza: non per il timore di contagi, ma per la paura dei conti.

L’allarme è scattato dopo una email inviata ai dipendenti dal Lord Chamberlain Earl Peel, in cui emergono i conti in rosso di Sua Maestà e dell’allegro carrozzone chiamato Royal Family. I risvolti della pandemia, con gli afflussi turistici pressoché azzerati, si traducono in un buco valutato in circa 20 milioni di sterline, per lo più derivanti da visite, tour e relativo merchandising di Buckingham Palace e delle altre residenze, chiuse per tutta l’estate. Quanto basta per mettere in discussione i contratti dei 500 dipendenti al servizio dei Windsor: per gran parte di loro si parla di congelamento degli stipendi o peggio ancora di licenziamento.

“Tutto il Paese sarà colpito economicamente dal coronavirus e la famiglia reale non farà eccezioni. Il momento di affrontare il problema potrà arrivare solo quando saranno note tutte le implicazioni provocate dalla situazione. Al momento, molti progetti sono stati bloccati e tutte le spese, tranne quelle considerate essenziali, sono sospese”.

Ma il “Sun” rincara la dose, ricordando che tagli e sacrifici non sono propri della corona britannica: “Quello che Buckingham Palace tenta di far credere è che soffrirà quanto i suoi sudditi, ma la verità è un’altra: il “Sovereign Grant”, la tassa pagata da tutti i cittadini britannici, per legge non può essere più bassa dell’anno precedente. Quindi, quello che ci stanno realmente dicendo è che se necessario licenzieranno centinaia di propri dipendenti, ma in compenso la Regina Elisabetta incasserà tutto, come sempre, e poco importa il blocco del turismo”. L’unico fastidio della sovrana più longeva della storia è perdere 16 posizioni nell’elenco delle persone più ricche della Gran Bretagna, con un patrimonio personale stimato in 329 milioni di euro, addirittura preceduta dalla popstar Rihanna.

Galleria fotografica

Articoli correlati