“Torino? Una noia”. A Oriana Sabatini, fidanzata di Paulo Dybala, sono bastate poche parole per finire nuovamente al centro di una bufera, l’ennesima dopo l’outing sulla propria bisessualità che aveva conquistato le pagine di cronaca rosa, e quella ancora più recente sulla festa illegale organizzata in casa di Weston McKennie a cui avevano preso parte anche Dybala e Arthur. Interrotta dai carabinieri, la festa aveva fatto scattare da parte della Juventus una multa e l’esclusione dei tre dalla formazione scesa in campo nel derby con il Torino.

Ma questa volta il sesso non c’entra. La modella e cantante argentina, nipote della tennista Gabriela, ha rilasciato una lunga intervista al sito “Gente”, parecchio diffuso nel suo Paese, e quando le è stato chiesto come passa il suo tempo, Oriana ha affondato la lama, come sempre senza curarsi delle possibili conseguenze.

“Il fatto è che a Torino non c’è molto da fare. Non appena Paulo ha tempo libero andiamo da qualche parte, perché anche lui non ama l’inattività. Anche se il programma migliore, almeno per me che non amo uscire così tanto, è Netflix con il delivery in camera. Il resto del tempo prendo lezioni di boxe, cucino, leggo, mi godo la solitudine, mi siedo al pianoforte e compongo un po’”.

La frase, arrivata anche in Italia, ha scatenato le ire dei torinesi, pronti a difendere a spada tratta la propria città: in tanti le hanno suggerito diverse alternative su cosa fare in città, mentre altri l’hanno invitata a non perdere altro tempo e traslocare. Un impeto che ha coinvolto anche i tifosi della Juventus, che incolpano lei di aver guastato il talento del centrocampista argentino.

La stampa argentina, incurante del campanilismo torinese, ha invece preferito leggere fra le righe, sussurrando su alcune voci che vorrebbero la coppia in crisi e prossima alla separazione. In tutto questo, resta incerto anche il futuro di Dybala in maglia bianconera: complice l’infortunio, le possibilità di un prolungamento del contratto - in scadenza nel giugno del 2022 - al momento sembrano assai lontane. Per la gioia di Oriana.

Galleria fotografica

Articoli correlati