Ecco, il metodo che hanno inventato a Chicago, Illinois, per finanziare lo “Special Olympics Illinois” vanta almeno tre definizioni: è simpatico, gentile e soprattutto geniale. Due enormi camion hanno gettato da Columbus Bridge 75.000 paperelle in plastica nel Chicago River che chiunque può scegliere di adottare versando 5 dollari (25 dollari il pacchetto Quack con 6 anatre, 100 dollari per 24 e 1.000 per 240). A stabilire l’esito della gara sarà la corrente del fiume, decretando alla fine la rosa dei vincitore, a cui spettano dei premi anche di grande valore: al primo classificato una Chevrolet Equinox, Suv compatto in vendita negli States, al seconda una crociera ai Caraibi per due persone e al terzo un buono d’acquisto per 2.500 dollari.

Sono le caratteristiche del “Chicago Ducky Derby”, una delle gare più democratiche che ci siano, dove conta solo la fortuna di beccare la paperella giusta, in mezzo a migliaia di altre destinate a perdere. Un po’ come funziona per le lotterie, insomma, dove conta solo l’aiuto della bendata nello scegliere i biglietti vincenti.

L’obiettivo della gara per paperelle in plastica, finanziare lo “Special Olympics Illinois”, un programma di allenamento sportivo e competizioni atletiche destinati a persone con disabilità. Ma la parte più incredibile e bella di questa spiega che le 75mila paperelle non sono neanche bastate ad accontentare chi voleva partecipare: sul sito ufficiale spiegano che sono state tutte già assegnate, ma nulla vieta di poter aiutare comunque i 21mila paratleti dell’Illinois con una donazione.

La giornata inizia intorno con lo spettacolo dello splashdown, seguito da concerto e feste di piazza in attesa del via. Una vera festa che coinvolge tutta la città.

Galleria fotografica

Articoli correlati