Per una volta non sono i grandi tour operator internazionali a lanciarsi in una guida ai viaggi su misura per la strana e speriamo unica “summer of Covid” della storia. Andrea Dattoli e Tiziano Salerno, 35enni, fondatori nel 2014 di Arché Travel, tour operator torinese vincitore del “Premio Turismo Cultura” nel 2015, che ha sempre affiancato all’impegno nella creazione e organizzazione di viaggi, una missione: fare informazione.

Il loro contributo alla situazione attuale si intitola Viaggi, Estate, Covid, ed è un e-book pensato espressamente per l’estate 2020: tanti itinerari, dai luoghi dove dormire sotto le stelle ai deserti in cui ritrovare l’anima dopo la pandemia, dai posti sconosciuti e selvaggi da dove tuffarsi alle proposte fly and drive che evitano qualsiasi rischio, dai paesi esteri da visitare ai consigli mirati prima di prendere un aereo, muoversi in treno, andare al ristorante. E poi il prontuario: tutte le info da sapere per poter partire verso Mediterraneo, Medio Oriente, siti Unesco italiani, dalla A alla Z.

Contenuti e pillole su paesi lontani, cucina e acquisti da fare, che vengono forniti attraverso articoli e il canale Spotify e che ora trovano forma nella guida che si può scaricare gratuitamente al link https://www.archetravel.com/guida-viaggi-estate-covid/.

È la prima di una serie di pubblicazioni: “Il viaggio inizia sempre prima del viaggio stesso”, dice Tiziano Salerno, fondatore con Andrea Dattoli di Arché Travel. Entrambi originari di Alpignano, oggi vivono tra la provincia di Torino e Atene: “Fermarsi ha insegnato agli italiani il valore di informarsi. Il viaggio è sempre stato ricerca personale: oggi diventa anche ricerca e riscoperta che va fatta prima ancora di preparare il bagaglio”.

Il volume, 158 pagine, si presenta come un manuale da scaricare su pc o tablet, nel segno della totale ecosostenibilità. È una guida moderna, unica e interattiva: ogni meta è corredata di QR code che permette di scendere nel dettaglio della destinazione con video, interviste e approfondimenti.

All’interno, le idee non mancano: dalla notte da passare nel cortile di Uzum Kilise, un monastero bizantino in Turchia, al viaggio a Creta da fare in auto, tra spiagge e siti archeologici. E poi ancora la crociera in caicco nel Golfo di Gokova, un tipo di vacanza che permette di vivere in pieno il mare, visitando baie nascoste e non frequentate, vivendo la vita a bordo della barca in totale privacy con la famiglia o gli amici e un equipaggio esperto a disposizione. In Italia? Si va al Lago di Braies, nell’omonima valle nelle Alpi Pusteresi, o, per una vacanza molto “wild”, tra fitte foreste e vaste praterie, nel Parco Nazionale della Sila, riserva naturale istituita nel 1997 che conserva faggeti e boschi considerati i più vecchi d’Italia.

Tra le migliori spiagge italiane c’è invece Cala Goloritzè, in Sardegna, incastonata in una suggestiva baia e immersa nella natura selvaggia, con un mare caraibico e fondali spettacolari. È perfetta per il post pandemia perché raggiungibile solo a piedi attraverso un sentiero panoramico o in barca. Il viaggio tocca poi i borghi italiani, con una tappa in Basilicata, a Craco, particolare perché una vera e propria città fantasma. Il borgo fu abbandonato nel 1963 a causa di una frana: oggi ha un aspetto spettrale, tanto da aver ispirato numerosi registi. Qui, per forza di cose, il Covid non è arrivato.

Il libro, come si legge nell’introduzione, spinge a una nuova educazione del turismo. Più viaggiatori, scopritori, che non turisti. “Chissà che non sia proprio il Covid un modo per svecchiare e innovare il settore” sottolineano i due autori. La guida è scaricabile gratuitamente fino al 30 luglio.

Galleria fotografica

Articoli correlati