Ho pensato, partendo dai miei studi nell’ambito della geopolitica, di condividere alcune personali suggestioni, provando ad osservare dalla “balconata”, da un altro punto di vista, le dinamiche che questo complesso momento storico ha messo in moto.
 
La crisi globale legata alla pandemia in atto, ha attivato una gigantesca partita sullo scacchiere internazionale, che è in continua evoluzione, ma con taluni giocatori (Paesi) che hanno già intrapreso una strategia lineare in un momento di oggettiva confusione.
 
Sullo scacchiere si susseguono mosse e conseguenti tentativi di arroccamento, in cui il tempo gioca un ruolo fondamentale. La velocità già determinante nella corsa alla supremazia tecnologica, potrebbe avere un ruolo geopolitico importante anche nel post Covid, perché permetterebbe alle potenze più veloci di conquistare quote di mercato a scapito di quelle più lente estendendo la propria zona di influenza in aree strategiche con aiuti di tipo sanitario, instaurando o consolidando un legame non solo con l’attuale classe dirigente ma direttamente con la popolazione ai cui occhi verrebbero identificati come l’ancora di salvezza, in un momento non soltanto di crisi sanitaria ma anche socio economica.
 
Come detto precedentemente la partita è in corso, ma come ognuno di noi uscirà cambiato da questo drammatico momento storico, a mio giudizio, anche lo scenario geopolitico che verrà, sarà molto diverso da quello che avevamo cristallizzato al gennaio del 2020
 
In un mondo “pluripolare” servirà anche per stabilire i nuovi rapporti di forza tra le potenze globali. Proverò nei prossimi articoli a costruire pezzo dopo pezzo un mosaico che consenta di avere per quanto possibile una visione d’insieme. (blog del sindaco Beppe Pezzetto)

Galleria fotografica

Articoli correlati