Una volta entrati in una nuova casa, spesso nell’euforia del momento si dimenticano certe cose a dir poco fondamentali. Dopo le tante fatiche spese per effettuare il trasloco, e prima ancora per trovare una casa adatta ai nostri desideri, alla fine il rischio è di perdersi in un bicchiere d’acqua. Vediamo dunque i migliori consigli per evitarlo.

I consigli per i primi passi nella nuova casa  

Si comincia dagli adempimenti burocratici, come nel caso del cambio di residenza, che è ad esempio obbligatorio per chi possiede la partita iva o per chi percepisce la pensione. È un fastidio che può portar via del tempo, dato che le procedure presso l’ufficio anagrafe non sono mai semplici, ed è per questo che occorre affrontarlo il prima possibile.

Il secondo step riguarda le utenze, che consentono di poter vivere al meglio le proprie giornate, specialmente con le temperature invernali.  Dunque arriva il momento di trovare sul web ad esempio un’offerta gas e luce che sia idonea alle nostre abitudini di consumo. Il consiglio è di selezionare un fornitore unico per entrambi, in modo tale da relazionarsi sempre con la stessa azienda ed instaurare un legame di fiducia.

Naturalmente ci vorrà del tempo per modellare la casa a propria immagine e somiglianza, ma si deve partire con il piede giusto, iniziando dall’acquisto dei mobili essenziali. Un’abitazione senza mobilio, oltre ad essere spoglia e a metterci di cattivo umore, è decisamente poco pratica e poco confortevole. Ecco perché conviene sempre ordinare i mobili nuovi con largo anticipo, e decidere quali “cestinare” fra quelli vecchi.

Come arredare e rapporti con il vicinato

Un altro suggerimento utile riguarda la sistemazione dell’arredo: c’è chi si diverte, e chi invece vive questo momento con tensione. Si sonno trovare buoni spunti nel design di molte case dei più giovani, sempre attenti alle nuove mode o ai trend.  Il consiglio è di partire dalla progettazione dei punti luce, e dall’organizzazione dei servizi come il bagno, che spesso tendiamo a sottovalutare (soprattutto all’inizio). Inoltre è il caso di scegliere sin da subito uno stile preciso per la propria casa. Rustico, vintage, industrial, minimal o moderno poco importa: deve rispecchiare i desideri di chi la abita, e deve trovare un certo equilibrio fra i vari elementi d’arredo, per non creare disarmonia. 

In tanti, presi dagli impegni delle prime settimane, si dimenticano di curare i rapporti con il vicinato. In realtà questo aspetto è fondamentale, in chiave di pacifica convivenza nel palazzo, ed è sempre meglio presentarsi bene sin da subito. Ad esempio scusandosi per l’eventuale trambusto legato al trasloco e alla sistemazione della casa, che potrebbe infastidire non poco i dirimpettai o chi abita accanto. In secondo luogo, si consiglia di informarsi subito sugli orari previsti per il riposo, evitando i rumori molesti il primo pomeriggio e la notte. Si suggerisce poi di avere il massimo rispetto degli spazi in comune e di fare attenzione ai panni stesi, che potrebbero gocciolare nel balcone sottostante.

Galleria fotografica

Articoli correlati