Quando ci si sposa, spesso la mente viene presa d’assalto dai dubbi, più che altro riguardanti i vari fattori organizzativi. Ad esempio bisogna pensare al fotografo, al noleggio di una auto lussuosa o vintage, e alla
location da prenotare.

C’è un intero ricevimento da preparare, e chi ha già vissuto questa esperienza sa che si tratta di un compito stressante e impegnativo. In sintesi, la confusione può spesso portare a commettere alcuni errori facilmente evitabili. E a sottovalutare invece alcune cose da programmare con cura, come le 4 che abbiamo scelto di seguito.

4 cose a cui pensare nei primi anni di matrimonio

Comprare casa: il matrimonio è un’istituzione con uno scopo ben preciso, ovvero consentire alla coppia di diventare una famiglia, con i figli e con una casa di proprietà.
L’acquisto dell’immobile rappresenta infatti il coronamento di un sogno, ed è ovvio che bisogna faticare per riuscirci. Oltre alle questioni economiche, non a caso, è importante trovare un immobile perfetto per le proprie esigenze. Serve dunque fare molta attenzione al numero di stanze, e alla collocazione geografica, per la vicinanza ai servizi
necessari, alle scuole e al posto di lavoro.

Stipulare un’assicurazione famiglia: con l’arrivo dei figli, magari nei primi anni di matrimonio, bisogna pensare subito al futuro. Un passo importante potrebbe essere stipulare un’assicurazione creata appositamente per la famiglia, come quella proposta da Groupama, ad esempio: in tal modo si consente alla coppia di blindare il futuro dei membri del nucleo familiare, nel caso dovessero sopraggiungere dei momenti di difficoltà. In secondo luogo, queste polizze aiutano anche per un altro motivo: spesso possono essere personalizzate e modellate secondo le specifiche necessità di chi decide di stipularle.

Comprare una macchina più grande: qui vale lo stesso discorso fatto per la casa.
Quando arrivano i bimbi, è bene acquistare una vettura più grande e più spaziosa, sia in termini di capienza del portabagagli che di abitacolo. Il tutto senza spendere cifre troppo alte, perché le famiglie con bambini devono sopportare delle spese mensili non di poco conto. Qui è comunque possibile fare qualche esempio concreto, citando un modello come la Skoda Octavia Wagon, che può contare su un bagagliaio da ben 610 litri. Altri esempi perfetti per le famiglie con figli sono la Dacia Lodgy e l’immortale Fiat Tipo.

Biciclette per tutti: stiamo vivendo un periodo di particolare sensibilità nei confronti del tema green, con il pianeta che invoca il nostro aiuto. Ebbene, è possibile dare una mano acquistando (e usando) le biciclette, regalando una bici anche ai bimbi. Poi, quando questi cresceranno, potremo coinvolgerli in scampagnate rilassanti e piacevoli, per noi e per l’ecosistema che ci circonda.

Galleria fotografica

Articoli correlati