La sociologia ha sempre studiato con attenzione come sia possibile che in tutto il mondo popolazioni totalmente diverse  condividano lo stesso metodo per conservare la memoria: le fiabe.

La spiegazione é semplice. Le fiabe sono immediate e possono veicolare senza difficoltà messaggi complessi. Gli animali, perfetti stereotipi dei vizi e delle virtù degli uomini, insegnano ai giovani cosa bisogna e non bisogna fare.

La cultura occidentale ha fatto un passo avanti su questo tema. Alle fiabe si sono sostituite le favole in cui sono esseri umani, pur sempre stereotipati, a insegnare cos'è giusto ai giovani. Introducendo gli esseri umani gli autori di favole e ringraziamo i fratelli Grimm per questo (anche se molti studi hanno ridimensionato l'importanza della loro influenza) hanno potuto creare una nuova "ricompensa". I personaggi delle favole infatti raramente combattono per la altissimi ideali. Il loro obiettivo è quasi sempre il "per sempre felici e contenti": l'amore dirompente è indissolubile.

Saltiamo a pié pari l'opera di Walt Disney, che ha messo in movimento queste favole rendendole ancora più saldamente parte della cultura popolare, e arriviamo ad Hollywood. Il cinema porta ancora fieramente e saldamente avanti l'idea del "per sempre felici e contenti" aggiungendo un tocco di spettacolarità. Nei film l'amore (ma solo quello vero che si scopre dopo almeno un'ora e mezza di peripezie e tira e molla) é quella cosa che ti permette di arrivare come un proiettile in aeroporto quasi sfondando le vetrate con la macchina, di scendere urlando e di provare a forzare i controlli di sicurezza mentre le forze dell'ordine guardano la scena con gli occhi a cuore e un sorriso dolce sulle labbra. Nella realtà si verrebbe abbattuti in quanto potenziali terroristi dopo pochi passi.
L'eroe (che da principe azzurro é diventato un uomo qualunque, magari anche un po' bruttino) ottiene sempre, grazie a questi gesti clamorosi, la bellissima e irraggiungibile partner. E saranno "per sempre felici e contenti".

Chiosa cruda e realista a questo veloce riassunto la fa il geniale e carismatico pubblicitario Don Draper della serie Mad Men (volenti o nolenti Hollywood ci mette sempre lo zampino): "Per amore lei intende quel fulmine che ti spacca il cuore, che non ti fa mangiare né lavorare, che ti porta di corsa a sposarti e a fare figli? Il motivo per cui non l'ha provato è che non esiste: quel tipo di amore è stato inventato da quelli come me per vendere calze".

Galleria fotografica

Articoli correlati