FAVRIA - Ho provato a leggere le argomentazioni di chi è contro i vaccini e le argomentazioni a supporto, ma avrò limitata intelligenza e comprendonio ma, non le capisco, come non capisco il loro comportamento. Onestamente non capisco il vedere la manipolazione dei dati in ogni  comunicazione sanitaria ufficiale, il pensare alla dittatura sanitaria emom riesco ad immaginare,  nonostante abbia tanta fantasia,  il grande reset formulato dagli oracoli contro i vaccini. Penso di essere limitato, una nullità, ma credetemi non capisco come si possono certi soloni negare i morti solo per godersi effemeri attimi di notorietà. Ripeto sono consapevole di essere limitato, sia di comprendonio che di intelligenza, perché portare avanti certi ragionamenti disumanizzanti mi raggela l’animo. Una cosa posso concordare, che gli attuali vaccini non garantiscono ancora la totale immunità al virus, poi se negano pure il virus, beh mi femo qui!

Sono consapevole che il green pass pesa sulla mia libertà personale, ma  ci ricordiamo come eravano nel 2020 nello stesso periodo, confinati prima in casa e poi  nei nostri Comuni, adesso con il vaccino e Green Pass possiamo muoverci! Capisco e comprendo la paura del vaccino e dell’ago, ma con questi vaccini e relativi green pass i medici possono tornare a occuparsi di tutte le altre patologie che sono state trascurate durante la pandemia. Con il vaccino posso andare a trovare le persone, ma essere contrari al vaccino nonostante i suoi limiti, vuole dire non avere una vita normale, rispetto al recente passato. Io mi sono vaccinato non per obbligo ma per scelta, e userei il green pass anche se ritenessi attendibili alcune delle fanfaluche dei negatori. Perché il rischio di perdere i contatti umani lo ritengo maggiore delle momentanee perdite di libertà.

Oggi il nemico dopo il virus è perdere il contatto umano. Perdere l’empatia di mettermi nei panni dei miei simili percependone le emozioni e i pensieri, per dare vicinanza, calore e presenza che senza lo strumento del vaccino e  Green Pass non potrei. Per favore ve lo dico dalla mia profonda ignoranza smettiamola di pensare che mostrare il Green Pass a chi è deputato a chiderlo sia un affronto ai diritti costituzionali e alla libertà. Mi spiace per queste persone perché vivono male la loro vita. Come tutti Voi conosco anche io delle persone che la pensano così sul vaccino e, con loro sono legato da lunghi affetti e consuetudini, o nutro stima nei loro confronti, li ammirio per il loro lavoro. Penso che per loro non si possono usare gli idranti per disperderli, non posso cambiare canale se li sento affermare un’idiozia, e ogni giorno che passa mi cascano le braccia alla sola idea di discutere con loro. Perché ormai, è inutile usare con loro le armi della persuasione. Mi sorprende che qualcuno di buona volontà le invochi ancora, quando è evidente che chi si doveva persuadere, si è già persuaso e aspetta la terza dose. Queste persone di cui parlo, questi nostri amici e consanguinei, sono convinto che se anche l’Angelo Custode arrivasse nella loro stanza a scongiurarli di rinunciare all’egoismo  e al narcisismo che li possiede, non lo starebbero nemmeno a sentire.

Premetto che queste persone è sbagliato etichettarle no vax, se intendo con questa formula una specie di attivismo. Al contrario, loro non amano affatto parlarne, anche a causa di un elementare sentimento di vergogna, e sperano sempre che il discorso non cada sull’argomento. Sul loro profilo suoi social non trovate caricature truculenti di personaggi politici, ne video inneggianti contro i vaccini. Quello che trovate sono copertine di bei libri, cuccioli, tramonti e scorci di vita famigliare. Queste persone, inconsapevolmente sono capaci di andare a cena da qualcuno e trasformare quella casa in un focolaio, ma sono angosciati per la sorte delle donne Afgane, caccia alle foche, balene e del riscaldamento globale. Queste persone sperano nel loro animo che la buriana passi senza costringerli a mettersi in gioco, e alcuni, sono allibito, sperano addirittura di prendersi il Covid in forma lieve, come una riserva privata di anticorpi. Non lo confesseranno mai, ma in alcuni di loro esiste il pensiero che intanto a vaccinarsi bastano gli altri.

Personalmente con queste persone, io non tronco le mie relazioni, sono esseri umani mei simili, con idee diverse che non condivido, ma sempre pronto ad aiutarli. Ma voi chiudereste i rapporti  con chi ha preso una multa in divieto di sosta? Io no, rimango miei conoscenti e li rispetto sempre! Mi domando quando se ho mai smesso di frequentare delle persone che pensano che la raccolta differenziata sia una inutile perdita di tempo e di chi fa dei piccoli lavoti in nero! Chi sono io per giudicare? Ma le leggi esistono per essere rispettate. Le norme di legge sono fatte per essere rispettate, dura lex, sed lex, dura legge, ma è la legge! La norma impersonale della legge, non distingue tra chi la ritiene giusta e chi la ritiene un supruso ed io continuerò a volere bene a tutti, anche a quelli che non hanno i miei stessi sentimenti. Nel frattempo ho fatto la terza dose, sono vaccinato, non per obbligo ma per scelta, per il rispetto che porto a tutti miei simili, indipendentemente dalle loro idee e ragionamenti, perché non siamo soli in questo universo. Buona vita a tutti! (blog di Giorgio Cortese)

Galleria fotografica

Articoli correlati