Una minoranza che chiamiamo impropriamente no vax (e magari si sono vaccinati per il tetano) vedono dietro le nuove norme per l’estensione del green pass una forzatura che mette in pericolo la libertà di non vaccinarsi. E in effetti il green pass è un modo per indurre i recalcitranti a vaccinarsi senza obbligarli per legge. Resta un dato: la vera restrizione della libertà non è stata introdotta dal vaccino, ma dal virus.

Quando non avevamo il vaccino, siamo stati costretti a chiudere le scuole, i locali pubblici, quasi tutti i luoghi di lavoro. Venivamo fermati dalla polizia se uscivamo di casa a piedi, tranne i più accorti vestiti da runner o portando a passeggio il cane... anche di peluche! Poi ecco che finalmente è arrivato il vaccino, o meglio i vaccini, abbiamo riaperto le scuole e i locali pubblici, ma non siamo ancora fuori dalla pandemia e la terza dose di anti covid è alle porte. Con i vaccini esiste la ragionevole speranza di passare l’inverno, certo senza abbassare la guardia, ma  con l’aspettativa di non entrare in clausura come l’inverno scorso che è stato lungo in tutti i sensi. Queste le ritengo argomentazioni razionali che si scontrano con le ragioni dei no vax, oppositori del green pass, che la considerano dittatura scomodando feroci regimi del secolo scorso che, forse non sanno nemmeno cosa siano stati veramente.

Secondo i contrari del green pass, il mondo è governato da forze oscure che vogliono controllare con i vaccini tutti gli esseri umani. I no vax  passano il tempo a cercare in rete da maniaci compulsivi prove per le proprie teorie nel mare magnum della rete dove circolano sempre le stesse falsità sostenute da prove inconfutabili. Questi complottisti no vax mettono in rete certi rimedi contro il Covid, miracolosi eppure non riconosciuti dalla comunità scientifica, che accusano di esser asservita al complotto globale!

Se sulla rete vi imbattete sui presunti rimedi assunti dai no vax, sarete sommersi di valanghe di notizi a supporto del rimedio e che le varianti del Covid nascono come reazione al vaccino, per dirne una che va per la maggiore. Non cercate di controbattere un no vax anti green pass, ne saprà sempre una più di Voi, attingendo dal mare della disinformazione in rete. Attenzione, la salute quando non la vita, non va confusa con la libertà di pensiero, ma una vera libertà sarebbe quella di liberare la rete da chi fabbrica ogni giorno menzogne. Altrimenti contro l’idea complottista non c’è difesa.

Chi la avversa non è uno che la pensa diversamente da me, ma è uno sprovveduto che non ha interesse a salvare la sua vita prima di tutto e manca di rispetto per la vita degli altri. E dopo questo insultatemi pure, se questo vi fa sentire forti, dietro ad una tastiera. Ma sappiate che con il vostro irrazionale pensiero, siete i migliori alleati del virus. Io rimango dell’idea che il green pass è il migliore alleato della libertà per non tornare a stare chiuso in casa, questa sì che è l’anticamera alla perdita dei diritti civili e... i liberticidi siete voi no vax! (blog di Giorgio Cortese)

Galleria fotografica

Articoli correlati