Oggigiorno il mondo con la crescita esponenziale di internet e smartphone sempre più sofisticati, grazie alla scienza e tecnologia è sempre più inquinato dalle cosiddette bufale o se volte dirlo con l’anglicismo fake news. Sui social i tentativi di diffondere dottrine fondate su pregiudizi ideologici o credenze false, che negano fatti e spiegazioni scientifiche su cui si è costruito il nostro benessere economico, sanitario e psicologico, se ne leggono o si vedono i video ogni giorno.

Oggi la classe politica usa con grande disinvoltura i social a fini comunicativi e non sempre esercita quell'autocontrollo richiesto a chi prende decisioni che hanno ampie ricadute, a volte senza fare troppa attenzione in un carnaio di polemiche  con teorie che definirei da ignoranti ciarlatani. Oggi nell'era dei viaggi spaziali, la credenza nella Terra sia piatta ed altro come i no vax è stata alimentata soprattutto dalle speculazioni cospirative, insieme alla dissonanza cognitiva e a una forma di bias cognitivi, decisamente anticonformisti,  fondati, senza giudizio critico, su percezioni errate e deformate da pregiudizi  ideologici.

I terrapiattisti sostengono ci sia una cospirazione mondiale che, come nel film Matrix, che ci fa vivere una realtà che non esiste ed è frutto di manipolazioni. E' inutile portare prove, perché i terrapiattisti possono anche credere in alcune prove e conservare le loro pseudo - credenze e continuare la credenza della disinformata della teoria cospirativa. Dalle foto dei satelliti si vede la terra tonda e i pianeti anche, ma la teoria della cospirazione, come quella che l’uomo non è mai andato sulla Luna continua. Non parliamo poi dei vaccini, alcuni pensavano con cattiveria che con il covid 19 i no-vax sarebbero scomparsi, no i no vax sono vivi e vegeti. Neanche questa pandemia li ha fatti rinsavire, anzi a creato in loro ancora più violenta acredine sui vaccini soffiando sul vento di paura e diffidenza su vaccini preparati in fretta e furia per contrastare la pandemia e salvare vite umane. Purtroppo i novax  guardano il morto da vaccino e non contano i milioni salvati dallo stesso.

Direte pazzia, no è l’effetto della troppa informazione che per paradosso ha portato la nascita di una crescente disinformazione. La teoria complottista dell’origine del virus e il relativo vaccino, o meglio dei vaccini che secondo i detrattori non hanno copertura a sentire i no vax. Oggi la cosa importante per noi è mantenere attivi i nostri neuroni celebrali, anche con buone letture per poter sfoltire la peste delle false notizie. Oggi purtroppo le persone leggono sempre di meno i libri su carta e si bevono come acqua fresca le scempiaggini scritte sulla rete, dove tutti vomitano le loro presunte verità, come la mia adesso. Oggi i terrapiattisti e loro sostenitori no vax   presentano le loro assurde teorie in modo astuto, sembrano molto ben informati e sono molto convinti di quello che sostengono. Oggi la  nostra capacità non solo di farci ingannare dai sensi, ma anche di farci influenzare dagli altri che di adescano con  argomenti apparentemente razionali per difendere credenze e metodi sbagliati.

Adesso il virus più velenoso da combattere è quello che ci ha già instupidito oltre misura, la propaganda, è l’informazione distorta. La storia purtroppo ci insegna che se le persone non ottengono le soluzioni dei disagi che vivono possono anche arrabbiarsi, e se le cose andassero molto male, diventare violente. Quindi sarebbe opportuno cercare di mantenere efficiente e libera dalla politica la scienza, che porta di per sé dei vantaggi sociali ed economici, anche facendo in modo che a livello generale le persone abbiano accesso a informazioni scientifiche valide e non filtrate politicamente e artificiosamente manipolate e portano ad una campagna di odio contro i giornalisti rei solo di divulgare l’informazione. (blog di Giorgio Cortese)

Galleria fotografica

Articoli correlati