Era nato 2018 anni fa, in una stalla, suo padre era un modesto falegname e la madre una brava casalinga. Una famiglia normale che non poteva dargli una educazione di livello elevato. Ma già da bambino dibatteva su vari argomenti con uomini adulti, dotti ed istruiti. Non aveva un mestiere e girava per i paesi del territorio con una squadra di persone che militava tra i dilettanti detta: “I Discepoli”. Il dodicesimo uomo lo deluse, tradendolo con le autorità del tempo.

Fu arrestato e condannato mediante crocifissione come un malfattore. Sembrava che la squadra si sciogliesse con il vicecapitano che dichiarò a caldo, subito dopo l’arresto in un parco, per almeno tre volte che non aveva mai fatto parte della squadra,  per poi pentirsi al mattino.  Lui  dopo tre giorni risorse! Quando  morì a 33 anni, nella stampa locale di allora non uscì nessun necrologio che descrivesse dei suoi miracoli e successi con la popolazione che lo seguiva nel suo pellegrinare.

Ma Lui non aveva mai creato dei gruppi di tendenza sui social, non aveva follower, non aveva spese milioni di euro, ops talenti, per promuovere la sua immaginie. Ma dopo la sua ascesa al Padre, la sua fama crebbe anno dopo anno a dismisura. La sua “Buona Novella”, era ed è ancora un messaggio rivoluzionario, che fa fremere l’intimo dell’animo ancora dopo 2018 anni! Gesù Cristo il Salvatore dopo più 2000 anni era ed è ancora la celebrità più importante  della Terra, perché Lui è il Figlio di Dio il Salvatore! (blog di Giorgio Cortese)

Galleria fotografica

Articoli correlati