Vien difficile, oggi, far finta che sia tutto normale. Natale è sinonimo di festa e condivisione, un giorno in cui mettere da parte un po' tutto. E quest'anno ne avremmo avuto proprio bisogno. Oggi abbiamo perso un collega, Fabio Artesi, ricoverato covid a Ivrea. Ha lottato fin che ha potuto. Aveva 56 anni. Fotografo e giornalista ha lavorato per diverse testate e di recente era diventato il «presidente» della squadra di calciotto dei giornalisti del torinese.  

Per cinismo e quant'altro, noi di questo settore ci sentiamo spesso più forti di tutto. Anche dell'inevitabile. Ovviamente non è così. E finisce che ce ne accorgiamo sempre nelle situazioni peggiori. Così anche questo Natale, già fortemente limitato e «diverso» per le motivazioni di cui sopra, si è tinto di una tristezza infinita.

La redazione si stringe alla famiglia di Fabio in questo momento così doloroso. Così come ai colleghi che hanno avuto modo di lavorare a stretto contatto con lui in tutti questi anni di servizio. 

Galleria fotografica

Articoli correlati