Lo vorrei come quello del 9 febbraio 1913: mai così tanti gol, ma 8-6 per noi. 
Lo vorrei come il 17 novembre 1912: 8-0 per noi, mai scarto fu così clamoroso. 
Lo vorrei come quello del 18 giugno 1944: Valentino Mazzola fece il gol più veloce di sempre, dopo un solo minuto. 
Lo vorrei come il 14 ottobre 2001: da 0-3 a 3-3, mai rimonta fu più strepitosa. 
Lo vorrei come quello del 3 febbraio 1907: il nostro Hans Kampfer face quattro reti in novanta minuti, e nessuno mai riuscì ad eguagliarlo. 
 
Vorrei uno di questi derby, domenica: sono i duelli da record, nella storia del Toro e della Vecia. Sarà chiedere troppo? 
 
Intanto aspettiamo domenica con le parole di Mario Soldati, quelle che scrisse ne Le due città (1964): «Attraversarono Piazza Vittorio, sterminata nelle ombre della sera. Già parlavano di football. Emilio, naturalmente, era per la Juventus, la squadra dei gentlemen, dei pionieri dell'industria, dei gesuiti, dei benpensanti, di chi aveva fatto il liceo: dei borghesi ricchi. Giraudo, altrettanto naturalmente era per il Toro, la squadra degli operai, degli immigrati dai vicini paesi o dalle province di Cuneo e di Alessandria, di chi aveva fatto le scuole tecniche: dei piccoli-borghesi e dei poveri».

Galleria fotografica

Articoli correlati