AGLIE' - Ad Agliè, nel Parco del Castello, svetta verso il cielo il platano più grande d'Italia, e probabilmente tra i più alti anche a livello europeo. Il platano di Agliè è candidato al premio «Tree of The Year 2020» assieme ad altri tre platani. L'albero che riceverà più voti, sarà premiato al TreeArt Festival il 21 novembre prossimo e parteciperà al contest internazionale il prossimo anno.  

Nel concorso italiano sarà possibile votare dal 18 settembre al 18 novembre gli alberi che più ti rappresentano e ti piacciono, dando loro un punteggio direttamente sul sito dell'iniziativa. Il concorso è svolto in collaborazione con la Direzione Generale Economia Montana e Foreste del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e seleziona prevalentemente alberi già inseriti o in corso di inserimento nell'elenco degli Alberi Monumentali Italiani (AMI).

Il platano di Agli è uno degli alberi più alti del genere Platanus. Si trova nel parco del Castello di Agliè e più precisamente in quello che viene chiamato Giardino Basso. Al termine del Periodo Napoleonico, quando il Castello il Castello ritornò ai Savoia e il giardino fu ricostituito nella sua interezza: a partire dal 1839 l’architetto Xavier Kurten, sovrintendente ai giardini di Carlo Alberto, sostituì la magnificenza delle aiuole geometriche e delle fontane monumentali con sentieri tortuosi, radure e boschetti, assecondando lo spirito romantico dell’epoca. 
La datazione del grande platano non è certa ma nei documenti della realizzazione del Giardino Basso, di metà ottocento, è indicata la piantumazione di un già grande platano, che presumibilmente è lo stesso ancora oggi si può ammirare nella sua chioma incredibilmente sslanciata verso il cielo.

Per votare (è gratis ovviamente e non c'è bisogno di registrarsi) basta CLICCARE QUI e cercare il platano alladiese.

Galleria fotografica

Articoli correlati