C'era davvero tanta gente, martedì sera, ad Agliè, per la conclusione estiva degli eventi dedicati al centenario di Guido Gozzano. Martedì 9 agosto, oltretutto, in tempo vacanziero un po' per tutti, gli eventi promossi dal Comune e dal comitato che si sta occupando delle celebrazioni del poeta, hanno richiamato la folla delle grandi occasioni. Tanti partecipanti all'apericena con i prodotti enogastronomici di Agliè e del Canavese, chiesa gremita per il concerto «Tra sogno e realtà», durante il quale è stato presentato «Idillio», la composizione commissionata proprio dal Comune di Agliè per questo centenario dedicato a Gozzano.

«Il successo di questa sera - ha detto il sindaco Marco Succio prima del concerto - è la conferma che Gozzano non è solo un poeta locale come qualcuno ha detto. Le sue opere, la sua importanza per la letteratura italiana, sono confermate dal grande interesse che hanno suscitato fin qui gli eventi a lui dedicati». Un riferimento alla scelta del Ministero dei beni culturali di finanziare altri eventi e non quelli dedicati ai cento anni di Guido Gozzano.

Ampio successo ha ottenuto il concerto, eseguito al «riparo» dalla pioggia (che è arrivata solo in extremis, per fortuna) nella chiesa di San Massimo e della Madonna della Neve. Musica realizzata da Mattia Sebastiano Pauluzzo sui testi tratti da «La signora Felicita» di Guido Gozzano. Si sono esibiti davanti a una chiesa gremita Ilaria Zuccaro (soprano), Mattia Sebastiano Pauluzzo (baritono e compositore), Giuseppe Locatto (violinista), Amedeo Fenogli (violoncellista), Giorgia Delorenzi (pianista), Paolo Tarizzo (pianista e ideatore del progetto) e Andrea Troni (direttore). Qui sotto, nel video, un estratto dell'opera. Dopo il video, invece, alcune immagini della manifestazione.

Galleria fotografica

Articoli correlati