Tanti amici hanno festeggiato oggi, sabato 26 gennaio, all’istituto Cagliero di Ivrea, i 102 anni del «don Bosco» del Canavese, don Nicola Faletti. Presenti tra gli altri il sindaco di Cuorgnè, Beppe Pezzetto, che nel giugno del 2014 ha insignito il sacerdote della cittadinanza onoraria, e la vicesindaco di Ivrea, Elisabetta Ballurio. «Un grande piccolo uomo che con umiltà ha sempre lavorato per le nostre comunità spendendosi per i giovani e per chi ne aveva più bisogno nel vero spirito di don Bosco», il commento del sindaco della città delle 2 torri, Beppe Pezzetto.

Custode dei luoghi e della memoria del Santo cuorgnatese Callisto Caravario, don Faletti per decenni è stato parroco di Villa Castelnuovo e punto di riferimento per tutti gli abitanti della Valle Sacra. Il suo lavoro sul territorio ha però varcato i confini delle parrocchie dal momento che è stato responsabile degli istituti salesiani anche a Chieri, San Benigno Canavese e Fossano. Un religioso che è ormai nella storia di Cuorgnè e del Canavese, dove ha formato centinaia di giovani passati dall’istituto salesiano Morgando.

Galleria fotografica

Articoli correlati