Canavesani di successo anche in terra straniera. In particolare negli Stati Uniti. Nella puntata di lunedì 3 febbraio del programma trasmesso dalla rete Nove, «Little Big Italy», una sfida tra i migliori ristoranti negli States, lo chef del ristorante vincitore è un canavesano, più precisamente di Tonengo di Mazzé. Si tratta dello chef German Rizzo, il cui talento culinario ha conquistato il conduttore portando il locale «Vite Vinosteria» a vincere la puntata e ha contribuito a rendere grande la cucina «Made in Italy» a New York.  
 
Lo chef German, dopo essersi diplomato all'istituto Ubertini di Caluso in «Servizi per l'enogastronomia e per l'ospitalità alberghiera», ha lavorato all'hotel Bauer a Venezia, in Danimarca, Svezia, Canada per poi approdare a New York dove si è distinto nella cucina del rinomato gruppo Cipriani. Ispirato dall'amore per il buon cibo e con la voglia di realizzare i suoi sogni, ha fondato prima «Vite Vinosteria» nel quartiere Astoria Queens, New York, in società con altri due connazionali per poi inaugurare nel 2019 altri due locali: il «Plado Tasting Bar» nell'East Village e «L'Artista Italian Kitchen» a Manhattan. 
 
Un successo imprenditoriale ed enogastronomico senza precedenti, segno che il lavoro dello chef ha davvero portato negli States il meglio della cucina italiana. La storia di questo canavesano di successo è ben rappresentata dalle valutazioni che gli utenti (non solo quelli della tv) hanno espresso sulla sua cucina. Giudizi spesso eccellenti, di fatto confermati dall'apparizione televisiva e dal primo posto nella puntata di «Little Big Italy». Applausi.
 
Info sullo chef German Rizzo, sulla sua storia e sui piatti che presenta nei suoi locali ai seguenti indirizzi: www.pladonyc.com/story-1 - www.vitevinosteria.com - www.lartistanyc.com.

Galleria fotografica

Articoli correlati