Entrare in un supermercato, muoversi con il carrello tra i reparti, scegliere i prodotti (magari con un occhio alle offerte), raggiungere la cassa, pagare: chi vede di solito svolge questi gesti in maniera del tutto automatica e senza neppure darvi molta importanza. Ma per una persona con disabilità visiva, anche un’azione quotidiana come la spesa al supermercato può diventare un problema. Tutto infatti, all’interno dei punti vendita, presuppone un’interazione visiva tra il cliente e lo spazio circostante. 
 
Consapevole di queste difficoltà, l’Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) di Torino lavora da tempo per offrire a chi non vede o vede poco una serie di possibilità alternative, che consentano di fare acquisti in autonomia e sicurezza. A San Francesco al Campo l’associazione ha appena sottoscritto una convenzione con il supermercato Crai – Eno Drink di via Torino 168. Grazie alla collaborazione e alla sensibilità dei titolari, d’ora in poi le persone con disabilità visiva possono ordinare telefonicamente la spesa e riceverla a domicilio senza costi aggiuntivi, se i loro acquisti superano la cifra di 50 euro.
 
Per le persone cieche e ipovedenti che vivono nel ciriacese e nel basso Canavese si tratta, senza dubbio, di un’opportunità preziosa. Gli ordini possono essere effettuati telefonando al numero 011-014 2106 il lunedì e il giovedì dalle 9 alle 18 e il martedì e il venerdì dalle 8 alle 10. Le consegne avvengono il martedì e il venerdì dopo le 10, previo accordo con i clienti. 
 
L’area servita comprende, indicativamente, i Comuni di Robassomero, Ciriè, San Maurizio, Caselle, San Francesco, San Carlo, Front, Barbania. Per ulteriori informazioni sulla Convenzione è possibile contattare la rappresentanza di Ciriè dell’UICI, telefonando al numero 348 427 32 30. Per ulteriori informazioni sulle consegne (orari, prodotti, costi) si consiglia di contattare direttamente il supermercato.

Galleria fotografica

Articoli correlati