CASTELLAMONTE - Lunedì 18 maggio una giornata intera dedicata al centenario della nascita di Karol Wojtyla, diventato poi San Giovanni Paolo II, con tre appuntamenti in diretta. Il primo da Wadowice (suo paese natale) e Cracovia (dove è vissuto, ha studiato, è diventato prima sacerdote e poi Vescovo); il secondo da Aosta (dove passava le sue vacanze estive); il terzo con la diretta della prima Messa aperta al pubblico dalla Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Castellamonte celebrata da don Angelo Bianchi. 

«Per ricordare a farci conoscere meglio l'uomo Karol Wojtyla e il Papa saranno con noi il sindaco e il parroco di Wadowice, religiosi e autorità da Cracovia, il sindaco di Castellamonte, e poi la giornalista Alessandra Ferraro da Aosta, il sindaco di Introd, il paese di Les Combes, Monsignor Roberto Farinella da Biella, e tanti altri ospiti e testimoni in diretta in questi tre appuntamenti», fanno sapere da «La memoria viva», il progetto dell'associazione no profit di Castellamonte. «Ma fra le dirette rivedremo anche il ricordo di Papa Giovanni II fatto da don Genesio Tarasco, le immagini del museo di Les Combes dedicato a San Giovanni Paolo II e la visita guidata a Cracovia sulle tracce di Karol Wojtyla fatta per noi da Renata Rychlik», per «Ricordare il passato per abbracciare il futuro».

Le dirette si potranno seguire sulla pagina social www.facebook.com/lamemoriaviva/ oppure sul sito www.lamemoriaviva.it

La Memoria Viva è il progetto di una Associazione no profit costituita appositamente per portare avanti senza condizionamenti o censure il lavoro svolto da ragazze e ragazzi nelle scuole, lungo un percorso di presa di coscienza della Storia recente indagata a 360 gradi. 

Galleria fotografica

Articoli correlati