E’ stata una settimana ricca di appuntamenti ed eventi quella vissuta dal gruppo di «Made in Canavese» dal 28 gennaio al 2 febbraio a Cracovia in Polonia. Gli ambasciatori canavesani, i sindaci Valerio Camillo Grosso di Montalenghe e Sergio Bartoli di Ozegna, a capo di una nutrita delegazione di rappresentanti di istituzioni ed associazione del territorio si sono recati in missione a Cracovia per promuovere le eccellenze del territorio. 
 
A Cracovia in quei giorni si svolgeva una delle maggiori celebrazioni della nazione e del mondo ovvero la ricorrenza del giorno della memoria, il 27 gennaio, particolarmente caro e fondamentale ai Polacchi perché legato alla liberazione del più grande campo di concentramento e sterminio nazista, quello di Auschwitz–Birkenau, situato ad appena 60 chilometri da Cracovia. Cracovia è stata per una settimana al centro di visite di persone e personalità provenienti da tutto il mondo. Per questo Made in Canavese ha scelto di partecipare ad un momento così importante, sia per rendere omaggio alla ricorrenza che per promuovere il territorio.
 
In collaborazione con i ragazzi e le professoresse delle scuole medie di Castellamonte e con i ragazzi delle elementari del circolo didattico di San Giorgio Canavese, con le associazioni La Memoria Viva e Terra Mia, Overland, Made in Canavese ha rappresentato le istituzioni canavesane con una visita al campo di concentramento di Auschwitz, con un incontro dedicato alla memoria di deportati italiani presso l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia e (in Italia) ospitando l’incontro tra le scuole e l’associazione la Memoria Viva il 27 gennaio ad Ozegna.
 
Inoltre, grazie all’ospitalità dell’Istituto Italiano di Cultura e al suo amabile direttore Ugo Rufino, i sindaci Bartoli e Grosso il 31 gennaio hanno potuto illustrare alla presenza di un nutrito pubblico due video sul Canavese (realizzati dal regista sangiorgese Andry Verga e concesso da Confindustria Canavese) e il progetto Made in Canavese, oltre ovviamente alle eccellenze ed alle potenzialità turistiche del nostro territorio. Territorio e progetti sostenuti anche dalla deputata canavesana del Pd, Francesca Bonomo. 
 
Il 31 gennaio, alla sera, ospiti del ristorante Pasaz 13, del console italiano a Cracovia dottoressa Katarzyna Likus, che si affaccia sulla centralissima piazza di Rynek Glowny, Made in Canavese ha offerto una cena canavesana con tutti i prodotti enogastronomici tradizionali della nostra terra e del Piemonte. Un banchetto che non solo ha estasiato gli ospiti italiani e polacchi presenti ma che ha incuriosito molti di loro, seducendoli, ed invogliandoli a conoscere la nostra terra, le sue tradizioni, le sue eccellenze. Il ricco calendario di eventi si è concluso sabato 1 febbraio, quando presso il prestigioso Palazzo del Vescovo Erazm Ciołek a Cracovia si è tenuto il concerto per pianoforte dei maestri musicisti canavesani Ciro Noto e Simone Sarno. Gli eventi sono stati realizzati allo scopo di promuovere il territorio e di stabilire contatti con tour operator e soggetti commerciali per il turismo e l’esportazione di prodotti tipici canavesani in Polonia.

Galleria fotografica

Articoli correlati