Una storia lunga più di mezzo secolo. E' quella della «Sinterloy» di Castellamonte che nei giorni scorsi ha festeggiato 60 anni di attività. Un compleanno da record per una realtà che, nei decenni, è diventata un punto di riferimento nell'area del Canavese per i metalli sinterizzati. La Sinterloy è nata nel 1959 grazie all'impegno e allo spirito imprenditoriale di Augusto Geminiani, che iniziò ad operare nel settore sin dal lontano 1935, quando era capo reparto all'Aeritalia di Torino, amministrata da Giuseppe Brezzi, Senatore del Regno.

L'ingegner Brezzi, in società con l'industria tedesca Krupp, allora all'avanguardia nella produzione di un metallo duro dietro Widia, decide di aprire uno stabilimento a Castellamonte dove fonda la Adamas. Brezzi si prende come tecnico di fiducia proprio Geminiani. La Adamas diventa famosa nel suo campo e svolge un'intensa attività fino al 1958, quando muore il senatore Brezzi. L'anno dopo, forse perché la nuova gestione non gli era più congeniale, Augusto Geminiani, accumulata una grande esperienza nel settore, fonda con sei collaboratori la Sinterloy, nello stesso luogo di strada Bairo dove si trova ancora oggi.

La produzione della Sinterloy, oltre al settore tradizionale dell’asportazione di truciolo, si allarga al campo degli attrezzi per deformazione a freddo, a semi-caldo, a caldo e a qualsivoglia particolare antiusura, con una gamma di pezzi praticamente illimitata. È specialmente in quest’ultimo settore che la Sinterloy ha raggiunto soluzioni tecniche economicamente vantaggiose. La ricerca, l’assistenza all’utilizzatore, il servizio irreprensibile, unite al rigoroso controllo qualità, hanno fatto di Sinterloy un leader nella produzione di metalli duri.

Ad Augusto, per raggiunti limiti di età, subentrano i due figli Andrea e Giuseppe che seguono l'evoluzione dei tempi dotando l'azienda, volutamente piccola, dei macchinari più avanzati del settore. 50 anni dopo il nipote Augusto ha preso in mano le redini della società divenendone il direttore generale. La nuova direzione vuole andare più lontano e si è fissata come obbiettivo la creazione di legami solidi e duraturi con i clienti, sviluppando insieme le soluzioni per migliorare e incrementare le performance dei componenti meccanici, con l’utilizzo delle ultime tecnologie del metallo duro.

Per festeggiare i primi 60 anni di attività, l'azienda ha radunato tutti i dipendenti e gli ex dipendenti con le rispettive famiglie. Tutti ad ammirare i passi avanti dell'azienda e l'innovazione che ha accompagnato la crescita della Sinterloy in questi decenni. C'erano più di cento persone al «family day» di Castellamonte. Una festa celebrativa ma con lo sguardo rivolto al futuro. 60 anni e non sentirli...

Galleria fotografica

Articoli correlati