CUORGNE’ - Dal Canavese a Roma per partecipare alla finale di Coppa Italia dei gelatieri, organizzata dall’Aig: l’associazione italiana gelatieri. E’ la bella esperienza vissuta da Marco Camerlo, titolare da 18 anni di Gelato Gallery in via Ivrea a Cuorgnè. La manifestazione si è svolta il 10, 11 e 12 novembre a Roma, nell’ambito della nona edizione di Excellence Food Innovation nella suggestiva cornice della Nuvola all’Eur. L’iniziativa è stata l’occasione giusta per promuovere la cultura del gelato artigianale italiano e del ruolo del maestro gelatiere che sceglie con rigore gli elementi naturali del territorio per donare al consumatore un prodotto di eccellente artigianalità costantemente studiata, ricercata e sempre innovativa.

Dopo essersi guadagnato l’accesso all’atto finale della Coppa Italia superando brillantemente (3° posto) le selezioni piemontesi a Carmagnola a marzo con un gustoso gelato al gianduia, nella capitale Marco Camerlo si è confrontato con i 24 migliori gelatieri di tutte le altre regioni d’Italia. In particolare, l’artigiano cuorgnatese è stato impegnato nella seconda batteria della finale e in due prove differenti: la proposta di un gusto libero, un «cavallo di battaglia», e l’impegnativa mistery box con 4 ingredienti a disposizione da mixare per realizzare il gelato.

«È stata un'esperienza unica ed indimenticabile. E’ stata la mia prima competizione a livello nazionale – racconta Marco Camerlo, che prima di Gelato Gallery ha gestito per 13 anni la pasticceria caffetteria Camerlo sempre a Cuorgnè - Come cavallo di battaglia, in ricordo di un viaggio in Marocco, ho preparato il gelato “Tè del deserto” con infusione di foglie di menta, tè verde e poi decorato con crumble di mandorle e cannella. Il livello è stato altissimo e confrontarsi con questo gruppo di gelatieri è stata una crescita e un onore. Aver potuto condividere queste emozioni con loro prima, durante e dopo la gara è stato indimenticabile. Si è respirato l’aria di una grande famiglia allargata dove tutti ci siamo aiutati e dati consigli su ogni argomento. Le prove sono state toste. Ci siamo cimentati in ricette conosciute e mistery box ove scoprivamo gli ingredienti a cui unire la nostra abilità per creare un gusto in meno di 90 minuti».

«Ringrazio l'associazione italiana gelatieri per l’ottima organizzazione e per la splendida location ove ci siamo esibiti, i miei colleghi gelatieri sparsi in tutta Italia, la giuria composta da persone super competenti e disposte a dare consigli e a tutto lo staff che in questo anno ci ha seguito per arrivare sin qui – conclude Marco Camerlo - Complimenti al vincitore Michele Scarponi e a tutti noi finalisti. Grazie a tutti i miei clienti/amici che mi hanno supportato e tifato tramite i social. Un grazie infinito a tutti i clienti che continuano a far proseguire la vita del mio Gelato Gallery che è diventato anche vostro, facendo, con i vostri consigli, ogni giorno un po’ da giuria».

Galleria fotografica

Articoli correlati