CUORGNE' - Una donazione per rendere perenne il ricordo di un uomo generoso e ben voluto da tutti. Con questo spirito la famiglia di Bruno Leone, rivarolese ed alpino del gruppo di Favria, scomparso il 4 novembre dell'anno scorso a 75 anni, ha donato quattro moderni televisori al reparto di oncologia dell'ospedale di Cuorgnè. Le donazioni sono frutto di una raccolta fondi tra amici e parenti di Leone.

Le tv sono state installate dal personale medico dell'ospedale nelle camere del Day Hospital e nella sala poltrone. Giovedì scorso l'inaugurazione ufficiale alla presenza dei famigliari dell'alpino, e del personale sanitario dell'ospedale, rappresentato dal dottor Calogero Addamo, dal dottor Alessandro Girardi (Direttore Sanitario dell'ospedale di Cuorgnè), dal dottor Giorgio Vellani e della dottoressa Angelica Hotca.

In questo modo la famiglia di Bruno Leone, seguendo il suo stesso esempio, ha deciso di rendere omaggio alle equipe del reparto. In una situazione molto delicata, come quelle che si vivono giornalmente in oncologia, anche poter guardare la televisione può essere importante per un paziente. La famiglia dell'alpino ha così messo in moto la macchina della solidarietà per andare a sostituire le vecchie tv spesso malfunzionanti. Un grande gesto che ha reso onore a Bruno Leone.

Galleria fotografica

Articoli correlati