Un santuario costruito sotto un grande spuntone roccioso, dove, secondo le leggende, avvenne il martirio di San Besso; un prato nascosto (da qui il nome Prascondù) dove, di fronte agli occhi increduli del pastorello Giovannino Berardi, apparve la Madonna; un piccolo santuario eretto in seguito ad un’altra apparizione mariana, avvenuta attorno al 1600 lungo il sentiero che sale dalla borgata Jerener di Noasca, il bel Santuario dedicato a Sant'Anna, situato in località Meinardi di Locana:sul versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso sono tanti i luoghi di culto legati a miracolose apparizioni, a martirii e a celebrazioni sacre.
 
Tracce di questa religiosità autentica, legata alla dimensione quotidiana, si trovano anche lungo i sentieri alpini, sui pendii, tra le baite delle borgate addormentate sulle pendici delle montagne: impossibile per gli escursionisti non imbattersi in piloni votivi, piccole cappelle in pietra, edicole e affreschi, testimoni immortali del radicamento profondo delle tradizioni religiose in questa parte di arco alpino, dove un tempo il paganesimo e le persistenze animistiche di ascendenza celtica erano più forti e diffusi.
 
Durante l’estate si svolgono anche processioni, benedizioni, incanti e riti antichi, a cui partecipano centinaia di persone provenienti dalle valli piemontesi del Parco e, in alcuni casi, anche dalla Valle di Cogne e dalla pianura. Tra questi il santuario di Sant'Anna a Locana, la più grande costruzione religiosa nel territorio del Parco, qui il 26 luglio si svolge l’importante e partecipato pellegrinaggio annuale dei devoti.Sono momenti di fervore religioso e di intensa partecipazione emotiva, di gioia, di raccoglimento e di folklore; appuntamenti da non perdere se si desidera conoscere il lato più nascosto e intimo di queste valli.
 
Immancabile l’appuntamento con la festa di San Besso, che si tiene ogni anno al santuario di S. Besso, a Valprato Soana: ogni estate, precisamente il 10 agosto, le popolazioni di Cogne e della Valle Soana salgono a oltre 2000 metri di quota per raggiungere il santuario, eretto in onore del santo sotto un enorme spuntone roccioso. Durante le celebrazioni, la statua di S. Besso viene portata in processione e le viene fatto compiere un giro completo attorno alla roccia che vide il suo martirio: l'onore di portare la statua del santo - oggi concesso attraverso una sorta di bando rituale - era un tempo causa di violente liti tra i partecipanti.
 
Ma la natura del Parco, i suoi silenzi, gli spazi infiniti pongono l’uomo di fronte a se stesso: è in luoghi come questi che chiascuno può ritrovare tranquillità e pace lontano dal chiasso e dalla frenesia della vita in città o dei ritmi intensi del lavoro. In questo scenario il Parco ha voluto quest’anno proporre, in collaborazione con “Torino Spiritualità”, un’iniziativa autunnale in Valle Soana: il 19 settembre alle 10 a Valprato per “L’itinerario della riflessione”; insieme ai monaci zen ci si recherà al Pian dell’Azaria per una giornata di attività e di concentrazione sul proprio silenzio interiore. Prenotazione obbligatoria 011-6689123 dal lunedì al venerdì.
 
Il calendario degli eventi religiosi e spirituali per l’estate 2015:
5 luglio – Madonna del Truc, Noasca. Info: 347.6343334 /348.7422491
26 luglio – Pellegrinaggio a Sant’Anna Locana, fraz. Meinardi. Info 348.5549471
5 agosto – Madonna della Neve a Ceresole Reale, loc. Serrù (info 0124.901070 info.pie@pngp.it) e a Ronco C.se, loc. Boschietto (info 348.7625890 unavallefantastica@gmail.com)
10 agosto – San Besso, Valprato Soana, fraz. Campiglia. Info 348.7625890 unavallefantastica@gmail.com
26-27 agosto – festa dell’Apparizione della Madonna, Santuario di Prascondù, Ribordone. Info tel 370.7071436, i.paget@alice.it
19 settembre – Itinerario della riflessione, Valprato Soana, Pian dell’Azaria e prenotazione obbligatoria al n. 011-6689123 dal lunedì al venerdì.

Galleria fotografica

Articoli correlati