ISSIGLIO - Questa settimana prosegue con l’intervista al primo cittadino di Issiglio, Sergio Vigna, la rubrica «Venerdì dal Sindaco» che, per iniziativa della Direzione comunicazione e rapporti con i cittadini e i territori della Città Metropolitana, propone reportage televisivi e interviste ai primi cittadini dei piccoli Comuni nel canale YouTube dell’Ente. Per vedere i filmati e i reportage fotografici del «Venerdì dal Sindaco» basta andare sul portale Internet della Città Metropolitana di Torino.

IN VALCHIUSELLA TRA NATURA, ARTE E TRADIZIONI LOCALI
Issiglio è un piccolo borgo nel verde della Valchiusella, con qualche centinaio di abitanti che negli ultimi anni stanno crescendo, in controtendenza con lo spopolamento di molte vallate piemontesi. Un’amministrazione attenta ai bisogni della popolazione può essere la chiave per interpretare questo fenomeno positivo. Il primo cittadino intende il suo mandato proprio con questo spirito: Sergio Vigna è un vigile urbano in pensione, che si dedica con passione al suo Comune, in una sorta di volontariato civico che lo porta a trascorrere in Municipio l’intera giornata.

«Mi piace relazionarmi con tutte le persone del paese, con ogni singolo abitante, per comprendere le problematiche e le necessità di ognuno. Non è facile, ma in fin dei conti mi piace, mi diverte. - ammette il primo cittadino Sergio Vigna - Serve passione, nessun interesse personale, la voglia di dedicarsi davvero alle persone e alla vita della comunità». Un’amministrazione attenta dunque, ma anche natura, aria sana e tanta passione per la storia locale: ad Issiglio infatti c'è un Museo della vita alpina, attivo dal 2008 nella ex Casa Comunale, nel centro storico del paese, in una costruzione fortemente simbolica, completamente rinnovata in tempi recenti dall'amministrazione comunale. 

Ad Issiglio l'attenzione alla tutela ambientale è rivolta in particolare ai più piccoli. Il Comune con le scuole e il GAL Valli del Canavese ha allo studio il progetto «Nidi sugli alberi», individuando i boschi di rovere come zona prescelta per posizionare nidi per gli uccellini. Il percorso di coinvolgimento degli alunni nella realizzazione dei nidi scaturisce dall’attenzione degli insegnanti e di una dirigente scolastica sensibili al tema. Anche la Città Metropolitana di Torino parteciperà a questo progetto, che si concluderà nella primavera del 2022.

Galleria fotografica

Articoli correlati