IVREA - La XXXII edizione di Musicultura Festival si svolgerà a Macerata dal 14 al 19 giugno in presenza di pubblico, con la partnership di Rai Radio1, Rai 2, Rai TGR e Rainews24. La conduzione delle due serate finali di spettacolo il 18 e il 19 giugno allo Sferisterio, la suggestiva arena neoclassica simbolo della città e delle Marche, è affidata ad Enrico Ruggeri, al terzo anno consecutivo al festival, e a Veronica Maya. Andranno in scena set artistici peculiari, anche inediti, come è nel DNA della manifestazione, che coinvolgeranno sia ospiti affermati, sia i giovani artisti protagonisti del concorso. Sul palco dello Sferisterio vedremo in azione i Subsonica, Ermal Meta, Marisa Laurito, La Rappresentante di Lista, Michele D’Andrea, Gianmaria Coccoluto, Irene Grandi, Luciano Ganci. Si scopriranno inoltre le proposte e le personalità degli otto vincitori del concorso. Non mancherà infine l’ebbrezza di qualche sorpresa dell’ultima ora.

«Siamo stati tra i pochi che hanno tenuto accesa la musica dal vivo, puntando su impegnative produzioni in streaming anche nelle ore più buie del lockdown, ora ritroviamo finalmente il pubblico in carne ed ossa, e nello spirito, aggiungerei. Non ci sono parole per esprimere quanto ciò sia importante” - dichiara il direttore artistico di Musicultura Ezio Nannipieri - questo rifiorire di corrispondenze tra palco e platea, tra gesto artistico e spettatore, merita entusiasmo e responsabilità. Non promettiamo cose nuove, anche perché il nuovo è spesso figlio solo di scarsa memoria, ma ci impegniamo ad evitare il superfluo e l’incuria. Vogliamo che tutto risulti sano nelle intenzioni, vitale nel risultato».

IL CONCORSO E I VINCITORI
Il prestigioso concorso dedicato alle espressioni artistiche della canzone popolare e d’autore - con cui dal 1990 ad oggi Musicultura ha intercettato le aspirazioni creative di quasi 28.000 giovani ed ha contribuito al ricambio generazionale della canzone italiana –  giunge quest’anno alla XXXII edizione.

Tra gli 8  vincitori del Festival due piemontesi:
The Jab, il duo composto da Alessandro De Santis e Mario Francese di Ivrea con Giovani favolosi,  una canzone dalla fluidità coinvolgente. Una prova di maturità espressiva, figlia del desiderio di rispondere artisticamente a sé stessi.
Elasi nome d’arte di Elisa Massara di Alessandria classe 1993 con la canzone  Valanghe, una galassia di spunti stilistici che si condensa in un sound originale, un invito fresco e colorato a gettarsi nel ballo della vita, senza sciocche inibizioni.

The Jab ed Elasi vincono la XXXII edizione di Musicultura insieme agli altri sei artisti:
Brugnano (Napoli) –  Canzoni da mangiare insieme;  
Caravaggio (Latina) - Le cose che abbiamo amato davvero; 
Ciao sono Vale (Bergamo) -Tutto ciò che vuoi; 
Lorenzo Lepore (Roma) - Futuro; 
Luk (Napoli) - Lune storte;  
Mille (Velletri, RM) - La radio.  

Tutti autori dei brani che interpretano, gli 8 artisti accedono alla fase conclusiva del concorso al termine di una lunga selezione che all’inizio ha coinvolto 1.063 artisti e 2.126 canzoni. Dopo una prima fase di ascolto e scrematura, dopo accurate audizioni live, Musicultura ha individuato una rosa di sedici finalisti. Tra loro una votazione social ha eletto due degli otto vincitori, uno è stato designato da Musicultura, i restanti cinque sono stati indicati ad insindacabile giudizio del Comitato Artistico di Garanzia, che in questa XXXII edizione è composto da Francesca Archibugi, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Diego Bianchi, Francesco Bianconi, Brunori Sas, Luca Carboni, Alessandro Carrera, Guido Catalano, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio,Niccolò Fabi, Frankie hi-nrg mc, Giorgia, Dacia Maraini, Gino Paoli, Antonio Rezza, Vasco Rossi, Ron, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Riccardo Zanotti.

La partnership tra Rai e Musicultura garantisce all’evento una copertura crossmediale significativa e qualificata. Rai Radio1, la radio ufficiale del festival già attivamente coinvolta nell’iter preliminare del concorso, seguirà la fase finale con dirette e collegamenti a cura di Marcella Sullo, Duccio Pasqua, e John Vignola; Rai 2 metterà in onda una differita col meglio delle due serate di  Musicultura  il prossimo  il 6 luglio. Il piano di attività social, denso ed articolato, prevede tra le altre cose lo streaming delle serate, inclusi i simulcast sulle pagine Facebook di Rai 2, Rai Radio1 e Musicultura. Rainews 24 e Rai TGR completano il quadro nell’ottica della cronaca e dell’approfondimento. 

Gli 8 vincitori di Musicultura  si esibiranno tutti venerdì 18 giugno, il voto del pubblico dello Sferisterio designerà le quattro proposte che accederanno alla finalissima di sabato 19, quando con la stessa modalità si eleggerà il vincitore del Premio Banca Macerata (20.000 €). Altri significativi bonus sono il Premio AFI (3.000 €), il Premio Unimarche (2.000 €), e il sostegno di 10.000 € per l’effettuazione di un tour di otto date, grazie a NuovoImaie (con i fondi art. 7 L. 93/92). L’ambita Targa della Critica (3.000 €), è intitolata da quest’anno a Piero Cesanelli, l’ideatore di Musicultura e suo direttore artistico dalla prima edizione fino al 2019.

Galleria fotografica

Articoli correlati