RIVAROLO  CANAVESE - Alle nostre latitudini Santa Claus ha il sorriso contagioso e il cuore grande della giovane mamma Alessia Cuffia. La rivarolese è, infatti, la promotrice della bella iniziativa «Le scatole di Natale in Canavese». Si tratta di un progetto solidale per dare un po’ di gioia ai bambini e alle persone meno fortunati in questo periodo di Natale reso, purtroppo, ancora delicato dalla crisi economica e dalla pandemia. «Prendendo spunto da un'idea che, negli ultimi anni sta rapidamente diffondendosi nelle grandi città d'Italia, ho deciso di mettere in piedi, in Canavese, un'iniziativa rivolta a tutti coloro che, questo Natale, vogliano donare un pensiero a chi è in difficoltà – spiega Alessia Cuffia – Penso che in questo periodo complicato, dove si litiga per tutto, un progetto come questo sia l’occasione di sentirci dinuovo comunità, facendo del bene».

E’ la stessa rivarolese a spiegare come funziona l’iniziativa: «Per partecipare occorre una scatola di scarpe vuota e la voglia di regalare un sorriso ad una persona più sfortunata di te. Poi ci comincia a confezionare la scatola. Se è per un/una bimbo/bimba bisogna inserire: una cosa calda (guanti, sciarpe, cappellini, maglioni, copertine), una cosa golosa (caramelle o biscottini), un prodotto di bellezza (dentifricio, spazzolino, cremine corpo, elastici, spazzole), un giocattolo (se usato deve essere debitamente igienizzato), un biglietto gentile come un disegno fatto dal vostro bimbo, l'impronta del vostro pelosetto oppure un bigliettino scritto da voi». Se la scatola è per un adulto, invece, vanno inseriti: una cosa calda (guanti, sciarpe, cappellini, maglioni, coperte), una cosa golosa (cibo non deperibile e nuovo), un prodotto di bellezza (crema, bagno schiuma, profumo, deodorante), un passatempo (parole crociate,  libro, un mazzo di carte, un gioco di società) e un biglietto gentile perché, aggiunge Alessia, «le parole, talvolta, valgono più di un oggetto materiale».

«Una volta inseriti gli oggetti all'interno della scatola, incartatela con tanto di fiocco, decoratela e scrivete in un angolino (o sopra un'etichetta) la tipologia di destinatario (sesso ed età) – conclude Alessia Cuffia - La raccolta inizierà lunedì 29 Novembre e terminerá domenica 19 Dicembre. Se voleste aderire al progetto diventando punto di raccolta "Scatole di Natale-Canavese", oppure se foste (o conosceste) associazioni a cui donare i pacchi, contattatemi in privato su Facebook. Se invece voleste semplicemente parteciparvi attraverso il confezionamento della scatola, nei prossimi giorni fornirò l'aggiornamento con l'elenco dei punti di raccolta e delle associazioni e strutture cui saranno destinate le scatole. E' sempre bello vedere come, quando si tratta di solidarietà, tanta gente si metta in gioco. E' ancora più bello quando, ad aiutarti, sono persone ed attività che vivono e condividono la tua realtà territoriale. Grazie a tutti voi».

Galleria fotografica

Articoli correlati