Continua a crescere il numero dei borghi Bandiera arancione premiati dal Touring Club Italiano: è di oggi la notizia di due new entry, entrambe in Piemonte, regione che si conferma una delle più accoglienti d'Italia per il turista. Con i paesi di Gavi, in provincia di Alessandria, e di Agliè, in provincia di Torino, salgono infatti a 26 i Comuni della regione certificati dalla nostra associazione con il marchio di qualità turistico ambientale: un record battuto solo dalla Toscana, che ne può vantare 38. Le due nuove Bandiere arancioni nascono da "Bandiere arancioni in Piemonte", iniziativa di successo sviluppata in partnership con Regione Piemonte ormai giunta alla IV edizione. La Bandiera arancione è attribuita dal Touring Club Italiano a tutti quei borghi dell'entroterra con meno di 15mila abitanti che superano una severa selezione rispondendo a parametri di accoglienza, servizi per il turista, ospitalità, rispetto dell'ambiente, tutela del territorio e così via.
 
Massima soddisfazione, quindi, per la delegazione di Agliè guidata dal sindaco Marco Succio che, stamattina in Regione, ha ottenuto il prezioso riconoscimento. Importante perchè certifica l'impegno di tutto il paese (associazioni comprese) in termini turistici e di accoglienza. Con l'auspicio che questa certificazione sia un modo per consolidare la vocazione turistica del paese. Nei borghi "arancioni", secondo i dati del TCI, si registra in media, dall'anno di assegnazione del marchio, un incremento del numero di esercizi ricettivi dell'83% e del 65% per quel che riguarda i posti letto. Si registra, inoltre, un aumento medio degli arrivi del 43% e delle presenze del 36%. Numeri che fanno ben sperare anche Agliè.
 
«Una grande soddisfazione - commenta a caldo il sindaco Marco Succio - visto che siamo uno dei due comuni ad averla ottenuta nell'intero territorio regionale. Ritengo questo un grande traguardo nella strada della valorizzazione ed affermazione turistica del nostro territorio. Un grazie di cuore a chi ha seguito l'iter, ovvero il consigliere delegato al turismo Silvia Maffeo ed il vicesindaco Stefania Chivino. Un grazie inoltre a chi rappresenta il volto del Comune nei confronti dei visitatori, ovvero l'ufficio turistico oggi rappresentato da Simona Appino e a tutti i produttori, commercianti e gestori dei poli attrattivi che in sinergia hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato».

Galleria fotografica

Articoli correlati