Nella sede di corso Inghilterra 7 della Città Metropolitana di Torino il Comune di Alpette ha ricevuto la Certificazione Herity International per il suo Polo Astronomico, al termine di un pomeriggio dedicato alla presentazione delle attività scientifiche e didattiche del Polo agli insegnanti e ai dirigenti delle istituzioni scolastiche.

La prima sessione dell’evento, condotta dal giornalista scientifico Antonio Lo Campo, si è aperta con i saluti istituzionali della Consigliera metropolitana delegata all’istruzione Barbarà Azzarà e del Sindaco di Alpette, Silvio Varetto. Il Presidente dell’associazione Amici del Polo Astronomico, Daniele Corna, ha illustrato l’attività scientifica e didattica che si svolge ad Alpette, mentre il fisico Sabino Saracino è entrato nel dettaglio sulla strumentazione dell’osservatorio e del planetario e sui progetti di ricerca in corso nel Polo.

L’astronomo Walter Ferreri, direttore scientifico del Polo Astronomico, si è soffermato sugli eventi astronomici più importanti del 2018 e del 2019 e su come vengono seguiti ad Alpette.  La seconda sessione si è aperta con il saluto della Consigliera metropolitana delegata al turismo, alle relazioni internazionali e ai progetti europei, Anna Merlin e con quello del Presidente dell’UNCEM, Marco Bussone. Ernesto Torti, autore di testi di divulgazione, ha poi parlato di come si può “Scrivere l’astronomia”. Il progetto di CLIL-Content and Language Integrated Learning che coinvolge il Polo Astronomico è stato illustrato dall’ACLE-Associazione Culturale Linguistica Educational e dal CeseDi, il Centro Servizi Didattici della Città Metropolitana di Torino.

La coordinatrice di Herity Italia, Gaia Marnetto - insieme al professor Maurizio Quagliuolo, Segretario generale di Herity – ha poi conferito la Certificazione Herity al Polo Astronomico di Alpette. Al termine la Coldiretti ha proposto un buffet con i prodotti della tradizione canavesana.

Galleria fotografica

Articoli correlati