PRASCORSANO - Sono stati i sindaci di Prascorsano, Forno Canavese e Rivara, rispettivamente Piero Rolando Perino, Alessandro Gaudio e Roberto Andriollo, i protagonisti del primo incontro di “Comuni in linea”, l’appuntamento settimanale che il vicesindaco metropolitano con la delega alle opere pubbliche Jacopo Suppo riserva ai sindaci del territorio per affrontare richieste e segnalazioni su criticità da risolvere e strade da rendere più sicure e agevoli.

Al centro dell’attenzione dei tre sindaci la strada provinciale 42 del Santuario di Belmonte: oltre allo stato della pavimentazione, che presenta criticità in più punti, il problema principale è rappresentato da una canalizzazione sotterranea interrata al di sotto della sede stradale nel Comune di Rivara che convogliando l’acqua di una roggia rischia di cedere a causa del frequente passaggio di mezzi pesanti. Gli Uffici tecnici della Viabilità hanno provveduto alla posa di idonea segnaletica di prescrizione ed interdizione parziale dell'area al fine di garantire la percorrenza dell’arteria in sicurezza da parte dell'utenza. 

Il costo dell’intervento definitivo per il ripristino del canale ammonta a circa 400mila euro e il sindaco Andriollo ha chiesto alla Città metropolitana un contributo per la realizzazione dei lavori. I tecnici del servizio Viabilità hanno ricordato che la riparazione dell’infrastruttura spetta al titolare della concessione idrica, che ha obblighi di manutenzione del manufatto.

A Prascorsano il problema principale sulla provinciale 42 è la mancanza di un tratto di guard rail là dove sono stati da poco conclusi dei lavori, mentre nel Comune di Forno la strada presenta diverse buche nel manto stradale. Inoltre, i sindaci hanno ricordato il problema della diramazione 1 della provinciale 42, dove un evento franoso, che al momento non ha carattere di pericolo immediato, necessita di un intervento prima che lo smottamento arrivi a interessare la sede stradale. «La Città metropolitana ha inserito gli interventi di manutenzione ordinaria della Sp 42 all'interno di una richiesta più generale alla Regione Piemonte riguardante i fondi per la viabilità - dice il vicesindaco Suppo - ci è stata riconosciuta una cifra di 215 mila euro, che ci permetterà di intervenire in primo luogo sul ripristino della pavimentazione e delle barriere».

Galleria fotografica

Articoli correlati