BlueCar, azienda del gruppo Bollorè che produce auto elettriche destinate al car sharing, smetterà entro fine anno di produrre a Bairo Canavese, nell'ex stabilimento Pininfarina in provincia di Torino. Per i 47 lavoratori occupati nello stabilimento restano dunque da realizzare solo 200 vetture destinate a Singapore prima dello stop dei lavori e della perdita del lavoro.

«Bairo era l'unica filiera attiva nella produzione di auto elettriche - afferma la deputata torinese  in Commissione Lavoro Jessica Costanzo (M5S) - non possiamo restare immobili di fronte a questo duro colpo inferto all'economia del nostro territorio. La filiera dell'auto elettrica è un segmento vitale per l'industria piemontese, oltre ad essere il futuro dell'auto e il modello più virtuoso dal punto di vista della sostenibilità ambientale».

«Fin dal suo insediamento il Governo ha mostrato di voler puntare molto sull’accompagnamento dell’automotive verso l’elettrico: l'obiettivo della mobilità sostenibile è uno dei punti programmatici dell'esecutivo e lo abbiamo già dimostrato nell'ultima legge di bilancio. Per questo motivo - continua Costanzo - mi sono già attivata presso il Ministero del Lavoro, chiedendo l'apertura straordinaria di un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali e le associazioni imprenditoriali anche a livello nazionale, nonostante la competenza sia della Regione Piemonte.  Credo tuttavia - conclude la deputata - che sia necessario fare il punto della situazione coinvolgendo tutti i livelli decisionali, per capire tutti insieme come sia più opportuno agire per intervenire con la massima efficacia».

Galleria fotografica

Articoli correlati