Movimento 5 Stelle all'attacco della Regione sul futuro del santuario di Belmonte. «Dalla Giunta Chiamparino nessuna buona notizia sul futuro del Sacro Monte di Belmonte - scrive il consigliere regionale Davide Bono con i consiglieri comunali Paolo Recco (di Castellamonte) e Alessandro Chiapetto (di Rivarolo) - aA che punto sono le trattative per l'acquisto, qual è il valore economico del sito e con quali fondi si intende provvedere alla copertura finanziaria? Questi gli interrogativi che abbiamo posto all'assessore alla Cultura Parigi durante la seduta di Commissione Bilancio».

«Per quanto riguarda le procedure di acquisto - ha fatto sapere - si attende ancora un “parere di indispensabilità del bene” da parte degli uffici dell'assessorato. Dunque non è nemmeno chiaro se la Regione possa procedere all'acquisto o meno. Sull'ipotesi di prezzo invece non è stato ancora trovato un accordo. L'operazione lanciata dalla Giunta Regionale con il sopralluogo di Parigi il 30 agosto 2017 appare quindi arenata».

Puntuale la risposta dell'assessore Parigi: «Siamo in una fase conclusiva dell'iter per procedere all'acquisto del Santuario di Belmonte e non, come affermano i consiglieri del Movimento 5 Stelle, in una empasse. Gli uffici del nostro assessorato e quelli del Patrimonio stanno infatti lavorando per completare la relazione tecnica necessaria a procedere all'acquisizione del bene, ultimando tutte le verifiche tecniche e amministrative e gli adempimenti necessari, anche con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino». Nei prossimi giorni sono quindi attese ulteriori novità sul futuro del Sacro Monte.

Galleria fotografica

Articoli correlati