A partire da lunedì 1 aprile è cambiato il servizio di refezione scolastica, che dall’azienda Camst è passato alla Dussmann, azienda tedesca di caratura mondiale, che si occupa quotidianamente della refezione per scuole, ospedali, enti, industrie e che in Piemonte, da tempo, svolge il servizio presso l’ospedale Mauriziano di Torino e in scuole di Novara, Vercelli. L’azienda si è aggiudicata l’appalto per i prossimi tre anni, rinnovabili per altri tre.

“Uno degli aspetti importanti di questa vicenda è che tutto il personale verrà confermato, alle stesse condizioni precedenti - commentano il Sindaco, Claudio Gambino, e l’Assessore all’Istruzione, Marcella Maurin - Anche con il cambio di azienda fornitrice del servizio, continueremo a controllare la qualità del servizio, visto che ci sono oltre 800 bambini che mangiano quotidianamente nelle mense scolastiche, alla pari dei nostri stessi dipendenti comunali”.

“L’impegno di Dussmann, tra giugno e settembre, è il cambiamento dei refettori, dei tavoli, delle sedie - commentano - ma saranno anche effettuati dei miglioramenti visivi, l’installazione di pannelli educativi e di pannelli fonoassorbenti, oltre al miglioramento delle attrezzature nelle cucine. Tutte le attrezzature saranno a impatto zero, con tovagliette che verranno lavate e sanificate ogni giorno. Alla pari dei bicchieri, piatti e posate, che saranno 100% plastic free. Ma, soprattutto, organizzeremo un programma di educazione alimentare, con corsi gestiti da personale aziendale e specializzato. Alla pari di iniziative particolari, come le giornate a tema, programmi di educazione al recupero del cibo. E, a proposito di cibo, teniamo anche a precisare come gli alimenti saranno bio, certificati e, inoltre, come i menù continueranno ad essere concertati con l’Asl To4 e come il centro cottura sempre alla scuola Grosa”.

Sindaco e Assessore sono tornati sul tema “plastic free”: “In queste settimane, da più parti, è tornato in discussione questo tema. Ma vogliamo ribadire come Borgaro sia plastic free a livello scolastico da 5 anni. Così come l’acqua bevuta dai nostri bambini provenga dall’acquedotto e sia filtrata e depurata”. Nelle prossime settimane verrà organizzato un “Open Day” rivolto alle famiglie, per conoscere da vicino l’azienda e le sue proposte.

Galleria fotografica

Articoli correlati